salute & benessere > bellezza & cura del corpo

 

Indossare il profumo: regole per prolungarne l’effluvio e bon ton per non infastidire gli altri

 

Il profumo non è solo un mezzo di fascinazione, ma è anche un modo per esprimere la propria personalità. Per questo motivo, è necessario indossarlo in modo disinvolto e far sì che la sua fragranza persista a lungo, prestando molta attenzione a usarlo in modo tale che gli altri lo considerino un elemento piacevole e non una fonte di fastidio.

 

Coco Chanel, la più grande stilista del Novecento, suggeriva alle donne di mettere il profumo sulle zone del corpo in cui avrebbero gradito essere baciate. Un suggerimento da tenere senz’altro in considerazione, data l’autorevolezza del personaggio.

 

Noi aggiungiamo che i punti migliori per applicare il profumo sono quelli in cui la pelle è più sottile e il calore prodotto dalla circolazione sanguigna è maggiore: polsi, tempie, parte posteriore dei lobi delle orecchie, in mezzo al decolleté, zona retrostante le ginocchia e caviglie. In questo modo, il profumo potrà sprigionare la sua essenza gradualmente.

 

Per prolungarne la permanenza, applicate il profumo 2 o 3 volte nel corso della giornata. Scegliendo prodotti per la cura del corpo della stessa linea del profumo prescelto, l’essenza non sarà alterata o indebolita da altre fragranze.

 

In estate il profumo deve essere utilizzato solo di sera. Nelle ore diurne, soprattutto se ci si espone al sole, c’è il rischio che i raggi ultravioletti possano reagire con le molecole del prodotto e determinare una fotodermatite, che comporta arrossamento della pelle, comparsa di eritemi e prurito.

 

Come già ricordato, è essenziale che il vostro profumo contribuisca al vostro appeal. Pertanto occorre usare il profumo con moderazione: secondo recenti studi, è in aumento il numero di persone che avverte un senso di fastidio, accompagnato da nausea e mal di testa, quando percepisce una particolare fragranza. Gli esperti sostengono che non si tratti di allergie, bensì di forme di intolleranza olfattiva causate dalle formule sempre più aggressive che contraddistinguono alcuni profumi.

 

Oltre alla regola generale che suggerisce di profumarsi con ponderatezza, il bon ton prevede occasioni in cui è preferibile non indossare profumo, come quando si partecipa a un funerale oppure ci si reca in visita presso un ospedale.

 

Bisogna fare attenzione anche quando si va al ristorante: il profumo altera il sapore e l’odore del cibo non solo a voi stessi, ma anche ai vostri commensali e ai vicini di tavolo.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Registrati a My892000 per creare la tua AGENDA, la tua RUBRICA e il tuo BLOCCO NOTE


My892000