salute & benessere > bellezza & cura del corpo

 

Pregnenolone, il metabolita naturale anti-età contro le rughe

 

Il pregnenolone è conosciuto come “ormone naturale del benessere” perché questa sostanza è dotata di notevoli proprietà anti-age: rallenta l’invecchiamento, ostacola la comparsa delle rughe e idrata la pelle conferendole elasticità, brillantezza e tonicità.

 

Il pregnenolone è un prodotto metabolico naturale del colesterolo. Non sono ancora conosciute tutte le sue funzioni nel nostro organismo, ma è noto che si tratta del precursore degli ormoni sessuali (testosterone, estrogeni e progestosterone) e di quelli surrenalici (cortisolo, aldosterone e DHEA) che vengono attivati nelle reazioni allo stress.

 

L’effetto anti rughe e anti-età determinato dall’assunzione di integratori di pregnenolone si può spiegare in modo piuttosto semplice. Infatti, la sintesi di questo metabolita si riduce progressivamente con l’avanzare dell’età, causando uno squilibrio tra le diverse funzioni ormonali, accelerando il processo di invecchiamento e favorendo la comparsa di diverse patologie. Per prevenire e curare le principali malattie legate all’invecchiamento, migliorare lo stato di salute generale e contribuire ad aumentare l’aspettativa di vita, possono essere assunti integratori di pregnenolone, così da ripristinare l’armonia ormonale tipica degli anni giovanili.

 

Gli ormoni di pregnenolone sono prodotti in laboratorio a partire dai fitosteroli, come la diosgenina (estratta dalle patate), e sono resi chimicamente identici a quelli sintetizzati dal nostro organismo.

 

Il pregnenolone, inoltre, sembra capace di migliorare diverse funzioni cognitive, come la memoria, l’attenzione e l’apprendimento, potenziare alcune funzioni sensoriali, soprattutto la vista e l’udito, rigenerare le connessioni neuronali, contribuire a prevenire le patologie neurodegenerative connesse all’invecchiamento (come il morbo di Alzheimer e il morbo di Parkinson), svolgere una valida azione antinfiammatoria, in particolare nelle malattie reumatiche.

 

Infine, per quanto riguarda gli effetti indesiderati, ricordiamo che il pregnenolone può provocare lievi disturbi gastrointestinali e che, tra le controindicazioni, spiccano quelle legate a qualsiasi patologia in atto che interessi la prostata.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Trova Farmacie