salute & benessere > curiosità & consigli

 

Curare il mal di gola con rimedi naturali

 

Oltre che dall’infiammazione delle tonsille a causa di colpi d’aria e sbalzi di temperatura, può dipendere dall’aria un po’ troppo secca o umida. Ma anche dall’inalazione di vapori irritanti. E perfino da bevande o cibi ingeriti troppo caldi. In tutti questi casi, il mal di gola è caratterizzato da un fastidio crescente alla faringe, nel fondo del palato e alle pareti. Spesso può essere associato (o può degenerare) in febbre, mal di testa, otite, raffreddore e sinusite e, in alcuni casi più gravi, perfino in morbillo, rosolia e varicella.

 

A rivelarsi decisivi per combattere il mal di gola sono spesso i rimedi naturali.

 

Il succo di limone, sorseggiato o usato a mo’ di gargarismo, è un ottimo antibatterico.

 

E a chi, da piccoli, non è mai stato somministrato un cucchiaio di miele per calmare la tosse? Un suo parente molto stretto è la propoli, considerata uno dei migliori antibiotici naturali per le tante proprietà battericide che porta con sé.

 

Anche la liquirizia pura può calmare l’infiammazione se masticata a piccoli pezzi, così come foglie di basilico bollite e cannella nelle tisane sono efficacemente utilizzate contro i colpi di freddo e il mal di gola. Timo e salvia, poi, sono rispettivamente considerati ottimi disinfettanti e antinfiammatori.

 

Se volgiamo lo sguardo verso Oriente, la medicina tradizionale cinese offre alcune soluzioni. Sono cinque i punti che vengono localizzati e su cui si deve intervenire.

Innanzitutto il Feng Chi (fra il muscolo sternocleidomastoideo e il trapezio) per eliminare il vento e purificare il calore. A loro dire, infatti, il vento caldo e freddo e, più in generale, gli agenti esterni, sono i responsabili del mal di gola.

Gli altri punti su cui lavorare sono He Gu (sulla parte radiale dell’indice, all’altezza del punto medio del secondo metacarpo), per tonificare il cosiddetto qi; Lie Que (sulla doccia radiale, sul tendine del muscolo braccio-radiale), per stimolare la discesa del qi; Ying Xiang (sul lato inferiore dell’ala del naso), per aprire il naso e disperdere il vento; Nei Ting (fra il secondo e il terzo dito del piede), per regolare l’energia e bloccare il dolore.

 

Altro piccolo accorgimento: oltre a cambiarlo ogni due o tre mesi, pulite con estrema attenzione lo spazzolino da denti. Le setole sono un luogo congeniale per i batteri capaci di infettare altri parti dell’organismo attraverso le piccole ferite delle gengive.

 

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Registrati a My892000 per creare la tua AGENDA, la tua RUBRICA e il tuo BLOCCO NOTE


My892000