salute & benessere > curiosità & consigli

 

Tacchi alti: consigli per rilassare piedi e gambe

 

I tacchi alti, per quanto siano graditi dalle donne per piacere e per compiacersi, devono essere utilizzati con cautela. In ballo ci sono postura e tensioni muscolari del corpo, stanchezza e dolori.

 

E allora, 3-4 centimetri di tacco per il giorno vanno più che bene. Solo di sera e in alcune occasioni speciali, gli esperti suggeriscono di spingersi fino a 8-10 centimetri.

 

Uno degli esercizi più comodi per rilassare piedi e gambe è il sollevamento alternato dal pavimento (per almeno 10 volte) delle punte e dei talloni ogni venti secondi. Per massaggiare tutto l’arco plantare occorre una pallina da tennis. Basta collocarla per terra, appoggiare il piede e farla scorrere lentamente, facendo un po’ di pressione con il piede.

 

E per camminare con sufficiente disinvoltura esiste qualche espediente? Certamente sì. Per quanto possibile, meglio evitare le calze, nemiche dell’aderenza. Al contrario, i cuscinetti in gel sulla pianta del piede sono un trucco per non scivolare. Se la suola è di cuoio, possono rivelarsi utili alcune rigature sulla sua superficie per favorire l’attrito con il terreno. Con le scarpe chiuse, si può decidere di mettere un po’ di cotone nella punta mentre, in caso di fastidiose vesciche, meglio tenere in borsetta una confezione di cerotti, meglio se specifici per questo genere di lesioni all’epidermide.

 

Arrivate a casa dopo una lunga giornata “ad altezze scomode”, un toccasana è un pediluvio di 20 minuti con acqua tiepida e due cucchiai di bicarbonato di sodio, dopodiché alternate getti di acqua calda e fredda per cinque minuti.

 

Purtroppo esistono patologie e problemi causati dall’abuso di tacchi alti: alluce valgo, artrosi del ginocchio, cellulite, dita a martello, infiammazione al tendine di Achille, instabilità della caviglia, fascite plantare, neuroma di Civinini-Morton e problemi ai sesamoidi.

 

Sulle pagine dell’International Journal of Experiental and Computational Biomechanics sono stati pubblicati i risultati di una ricerca congiunta condotta dalla John Moores University di Liverpool, in Gran Bretagna, e dalla Ningbo University di Zhejiang in Cina. Dopo avere fatto danzare sei ballerini professionisti con scarpe di altezza variabile, gli studiosi sono giunti alla conclusione che troppe ore di movimento scatenato sui tacchi causano dolori nei casi più lievi e fascite plantare in quelli più gravi.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi