salute & benessere > sport & fitness

 

Fare gli addominali contro il mal di schiena: pro e contro

 

È considerata la prima causa di assenteismo dal posto di lavoro. Dati alla mano, sembra che il 40% dei cittadini maggiori di 25 anni soffrano di mal di schiena.

 

Le cause, spiegano gli esperti, possono essere numerose e da ricondurre sia a ragioni fisiche che mentali. Non solo, dunque, problemi specifici e accertati alla colonna vertebrale, ma anche allenamenti fisici scorretti, depressione, fumo, scarsa stima per se stessi, sovrappeso, stress, totale assenza di attività sportiva, troppa sedentarietà.

 

Quanto sono importanti i muscoli addominali nella prevenzione della lombalgia?

I pareri non sono univoci.

 

C’è chi è pronto a mettere sul piatto della bilancia le funzioni che sono in grado di assolvere e, dall’altra parte, chi considera il loro rafforzamento semplicemente sbagliato. Della prima categoria fanno parte personal trainer e camici bianchi secondo cui muscoli addominali più tonici contribuiscono a proteggere la schiena, a un’azione delordosizzante, a mantenere l’equilibrio fisiologico del bacino, a una più corretta meccanica del respiro, alla tenuta dei visceri. Di più, un esercizio regolare viene consigliato poiché nella maggior parte dei casi la muscolatura addominale è debole, mentre quella paravertebrale è contratta e accorciata. Questi esercizi, per una maggiore efficacia nella cura del mal di schiena, devono essere affiancati da una regolare attività di prevenzione, ovvero il mantenimento di una corretta postura e il perseguimento di uno stile di vita attivo.

 

Ci sono invece specialisti che invitano alla cautela nell’equazione più addominali uguale meno problemi di lombalgie, sottolineando i rischi di una maggiore compromissione del disco intervertebrale. Da un punto di vista tecnico, più gli addominali sono rigidi e ipertonici, maggiore è la componente di schiacciamento articolare. E più il peso è lontano dal punto di appoggio, maggiore è la forza muscolare antigravitaria.

 

In tutti i casi, è fondamentale la corretta esecuzione dei movimenti nello svolgimento degli esercizi dedicati agli addominali.

 

In ambiente domestico, e dunque senza un istruttore e attrezzature specifiche come accade invece in palestra, sono sconsigliate le elevazioni degli arti inferiori alle parallele, a terra e a diverso orientamento del tronco nello spazio, i sit-up con arti inferiori bloccati alle caviglie, a schiena rigida e con pesi aggiunti.

 

A casa propria, una buona soluzione è rappresentata dal crunch trainer, un attrezzo – presente anche in tante palestre –  dal costo piuttosto contenuto che aiuta a guidare i movimenti del corpo mentre si allenano gli addominali in autonomia

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Registrati a My892000 per creare la tua AGENDA, la tua RUBRICA e il tuo BLOCCO NOTE


My892000