salute & benessere > sport & fitness

 

Bambini e sport: quale disciplina sportiva scegliere?

 

Praticare sport è molto importante per i bambini. Le varie discipline consentono di mantenere in forma articolazioni e tessuti ossei, controllare il peso ed eliminare il grasso in eccesso. Oltre ad apportare benefici al corpo, l’attività fisica aiuta a migliorare l’equilibrio psico-intellettuale, aumentando la capacità di apprendimento e permettendo di scaricare ansie e preoccupazioni in generale.

 

Quali sono gli esercizi più indicati per i bambini? Qual è il migliore sport per i nostri figli? Non esiste una risposta predefinita: ogni disciplina va selezionata in base a età, attitudini e caratteristiche fisiche. Bisogna cercare di giungere quella più adatta tenendo conto sia delle idee dei genitori sia delle preferenze  manifestate dal piccolo. Di sicuro non deve essere obbligato o “indirizzato” a fare qualcosa verso cui non è portato, altrimenti si corre il rischio di intaccare o scombussolare in modo irreversibile il processo di crescita.

 

Il secondo step è capire se sia adatto a uno sport di squadra oppure individuale. In tenera età (prima dei corsi scolastici) è preferibile puntare su pratiche sportive che permettano di sviluppare capacità cognitive e relazionarsi con gli atri: ottime scelte sono calcio, pallavolo, pattinaggio (artistico, a rotelle, su ghiaccio), canottaggio, hockey, nuoto e basket. Il nuoto in particolare è tra i più indicati, in quanto rafforza e tonifica la struttura osseo-muscolare e migliora resistenza e respirazione.

 

In età scolare, da 6 a 11 anni, semaforo verde a arti marziali (judo, karate, lotta in generale), danza classica e moderna, ginnastica ritmica. Sono tutte molto adatte per sviluppare e affinare senso di responsabilità e disciplina. Sono altresì indicate per riequilibrare lo spirito ed eliminare stress, tensioni, paure e aggressività.

 

Dai 14 anni in su, in piena età adolescenziale, è bene che i ragazzi pratichino lo sport a cui sono maggiormente appassionati o sentono di appartenere. Saranno fondamentali, per la fase di comprensione e indirizzamento all’attività sportiva ideale, tutte le varie discipline svolte sino a quel momento.

 

Tale periodo è altresì indicato per valutare se orientare lo sport praticato verso l’agonismo o se farlo diventare un’attività professionale vera e propria.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi