salute & benessere > viver sano

 

Gestire bene il proprio tempo e sentirsi più sereni

 

Chi controlla il nostro tempo? Noi? Siamo sicuri? In realtà, solo in apparenza siamo completamente padroni di un’intera giornata.

 

Certo, possiamo decidere in quale posto recarci, a che ora e chi incontrare. Ma come la mettiamo con la grande quantità di imprevisti, piccoli e grandi, che affrontiamo quotidianamente e contro la nostra volontà? Spesso, poi, dobbiamo effettuare compromessi con le esigenze di altre persone dovendo così modificare l’andamento della nostra giornata.

 

Ma è proprio nella consapevolezza dell’imprevedibilità e, dunque, nella maggiore flessibilità mentale, che risiede uno dei segreti per vivere un po’ meglio.

 

Qualche piccolo accorgimento, poi, aiuta ad affrontare con lo spirito giusto le sorprese. Il più banale è avere sempre a portata di mano il numero di cellulare della persona con cui abbiamo fissato un appuntamento. In caso di ritardo o di assenza, una telefonata può evitare una sonora figuraccia.

 

Quando nel corso di una giornata gli impegni da affrontare sono troppi, non è sempre conveniente procedere a un gioco a incastri. Accompagnare i figli a scuola, andare in ufficio, fare la spesa al supermercato, organizzare la partita di calcetto, partecipare alla riunione, ritirare le analisi, incontrare un amico, cucinare un risotto, rilassarsi al cinema all’aperto. Può bastare un piccolo incidente per spezzare la catena degli eventi immaginati. Meglio allora ripensare agli impegni. Ogni compito va differenziato in base alle priorità. Tre scale sono sufficienti: bassa, media e alta. Non va dimenticato che il buono è nemico dell’ottimo. Perché credere di potere fare tutto?

 

Anche il riposo è una componente del successo e dello stare bene. È sconsigliabile sacrificare le ore del sonno, se non saltuariamente, a continue ed estenuanti attività fisiche e mentali. A casa, con la propria famiglia, è meglio non sfogliare documenti di lavoro. E se non si è in compagnia è quasi doveroso coltivare le proprie passioni con calma e senza limitazioni.

 

Pensare troppo al passato, a quello che si è fatto (male) e a ciò che si sarebbe potuto fare, è solo una perdita di tempo e anche un’attività logorante. Le giornate, con quest’atteggiamento, si trascinano lunghe e stancanti e ne va di mezzo la nostra preziosa felicità.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi