salute & benessere > viver sano

 

Guardare troppa TV fa male, meglio adottare uno stile di vita più attivo

 

Ci si può accontentare di un’ora al giorno da trascorrere davanti allo schermo del televisore? Probabilmente no, ma a sentire medici e specialisti sarebbe meglio farsela bastare.

 

Davanti alla TV, la sedentarietà raggiunge il picco massimo.

 

Non solo il corpo rimane immobile, “paralizzando” i muscoli e nuocendo alla circolazione sanguigna. Anche la vista e il cervello restano passivi. Per non parlare di ben altre conseguenze: seduzione e sesso vanno poco d’accordo con le abbuffate di programmi televisivi e spesso alcuni si trovano dinanzi a un bivio rispetto a cui sono (incredibilmente!) indecisi su che cosa fare… Vedere un programma televisivo o abbandonarsi al piacere con il proprio partner?

 

Potere della qualità dei contenuti televisivi? Niente affatto. La maggior parte delle volte si tratta di cattive abitudini apprese sin dalla tenera età. Alle salutari camminate o a momenti di gioco condivisi si preferisce “parcheggiare” il bambino su una poltrona e con il telecomando in mano. A un buon libro di racconti si predilige un cartone animato. Crescendo, poi, la situazione degenera. All’inerzia dello stare seduti si affianca una busta di patatine fritte in una mano e una bottiglia di Coca Cola o di birra nell’altra. Una scena che, ripetuta con costante frequenza, è destinata a causare disfunzioni all’organismo.

 

Per compensare il deleterio mix di sedentarietà e cattive abitudini alimentari, un toccasana è rappresentato dalle passeggiate: mezz’ora al giorno apporta benefici al corpo e alla mente.

 

A fare strappare a italiani ed europei un timido sorriso ci pensano le statistiche. Sembra che il tempo libero giornaliero davanti alla TV da parte degli abitanti del Vecchio Continente sia pari a due ore. Al di là dell’oceano, negli Stati Uniti, le ore salgono a cinque. Ma le conseguenze, seppure di differente gravità, sono le stesse.

 

Basta chiedere ai ricercatori della Harvard School of Public Health di Boston che hanno passato al setaccio alcuni fra i principali studi effettuati sull’argomento negli ultimi quattro decenni. Ebbene, sembra che le persone che trascorrono almeno un paio d’ore al giorno davanti allo schermo abbiano il 20% in più di possibilità di ammalarsi di diabete, il 15% di contrarre problemi cardiovascolari e il 13% di passare a migliore vita prima dei 65 anni.

 

Ce n’è abbastanza per spegnere il televisore?

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Registrati a My892000 per creare la tua AGENDA, la tua RUBRICA e il tuo BLOCCO NOTE


My892000