salute & benessere > viver sano

 

Smettere di fumare fa ingrassare? Consigli per non rovinare la linea

 

Quando si smette di fumare, si ingrassa. Si tratta di una convinzione popolare molto diffusa, che viene confermata anche da dati scientifici inoppugnabili.

Alcune statistiche rivelano che soltanto il 20% di coloro che riescono a dire addio alle sigarette conserva il proprio peso, mentre l’80% degli ex fumatori va incontro a un incremento di peso variabile tra i 2 e i 3,5 chili.

 

Quali sono le cause di questo fenomeno? I nutrizionisti sostengono che ci siano ragioni psicologiche e fisiologiche alla base dell’aumento di peso successivo all’abbandono delle cosiddette “bionde”:

 

  • il fumo ha una sua ritualità e, una volta che si rinuncia ad accendere una sigaretta, si tende a sostituire il gesto di fumare con la ricerca continua di cibo da spizzicare;
  • il fumo riduce l’appetito perché interferisce con il normale funzionamento dell’apparato digerente;
  • il gusto delle sigarette influisce negativamente su quello degli alimenti che risultano più appetibili e gratificanti una volta che si è smesso di fumare;
  • dal momento che la nicotina contribuisce all’aumento del metabolismo, quando si abbandona il fumo i processi metabolici rallentano e si accumulano molte più calorie (circa 200 al giorno per un fumatore medio).

 

Una conferma sperimentale della correlazione tra rinuncia alle sigarette e aumento di peso è giunta da una ricerca americana, condotta da studiosi del Weill Medical College of Cornell University di New York, che ha indagato sull’attività di un gene denominato AZGP1, i cui compiti sono connessi alla demolizione dei grassi e al controllo del peso corporeo.

Si è scoperto che tale gene risultava maggiormente attivo tra i fumatori piuttosto che tra i non fumatori, un dato che completa il quadro delle spiegazioni relative all’incremento di peso a cui vanno incontro i soggetti che smettono di fumare.

 

Tenuto conto di quanto detto, è indispensabile mettere in atto alcuni accorgimenti salva-linea quando si abbandona il vizio del fumo.

 

Per quanto riguarda la dieta, bisogna consumare cibi meno calorici, mangiare frutta e verdura in abbondanza, bere molta acqua e ridurre l’apporto di grassi e il consumo di alcolici.

 

È fondamentale fare regolarmente esercizio fisico per aumentare il dispendio energetico. L’ideale sarebbe praticare jogging o frequentare una palestra, attività che risultano meno faticose e più gratificanti una volta salutate definitivamente le sigarette.

 

Se non vi è possibile dedicare molto tempo e molte energie allo sport, 30 minuti di cammino quotidiano possono bastare a smaltire le calorie che non vengono più “bruciate” dal fumo, permettendovi così di conservare la vostra silhouette.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Trova Ristoranti