viaggi > guide

 

GUIDA TURISTICA VIENNA

 

Informazioni generali su Vienna

Vienna, capitale e al contempo stato federato autonomo dell’Austria, vanta uno dei più importanti centri storici del mondo, dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Attraversata dal fiume Danubio, Vienna include anche un’isola artificiale, realizzata per proteggere la città da eventuali inondazioni.

Vienna è nota per il suo glorioso passato imperiale e per avere accolto alcuni tra i maggiori compositori e musicisti del XVIII e del XIX secolo, tra cui Wolfgang Amadeus Mozart, Ludwig van Beethoven e Franz Schubert, mentre alla fine dell’Ottocento la città ha ispirato uno stile musicale assolutamente unico, che ha trovato nel valzer la sua forma espressiva più rappresentativa. Compositori come Johann Strauss e Josef Strauss lasciarono opere di straordinaria eleganza e intensità che ancora oggi sono inserite nei repertori delle orchestre di tutto il mondo.

Dietro alla facciata asburgica, mantenuta con cura e orgoglio, Vienna offre alcuni degli spazi urbani più dinamici d’Europa e risulta sempre ai vertici delle classifiche mondiali sulla qualità della vita.

 

Cosa visitare

Vienna è intrisa di storia. C’è la Vienna medievale, quella barocca, quella liberty, quella moderna e quella contemporanea. Si contano una trentina di castelli, più di 150 palazzi storici, numerosi edifici a carattere sacro così come i musei, innumerevoli spazi verdi.

Tra le principali attrazioni di Vienna va menzionato il complesso dell’Hofburg, per oltre sei secoli centro del potere austriaco, e il Belvedere, il castello costruito per il principe Eugenio di Savoia, che ospita la Österreichische Galerie Belvedere, uno dei più importanti musei d’arte di Vienna.

Per gli amanti dello stile liberty, una chicca è rappresentata dall’Ankeruhr, l’orologio che mostra figure della storia viennese che passano davanti al quadrante con un ciclo di 12 ore. A mezzogiorno tutte le figure, da Marco Aurelio a Maria Teresa, sfilano in successione, accompagnate da musica da organo del periodo storico corrispondente. Da non perdere inoltre l’Internationale Zentrum Wien, noto come UNO-city, il complesso di edifici che comprende varie organizzazioni della Nazioni Unite, esempio della Vienna contemporanea. E il Prater, parco pubblico fra i più grandi di Vienna, con il Wurstelprater, famoso parco divertimenti con al suo interno la ruota panoramica Riesenrad.

 

Cosa mangiare

Passato e futuro, tradizione e innovazione, si riversano anche a tavola. La cucina viennese risente di più influssi, ma è riuscita nel tempo a caratterizzarsi e ad assumere tratti e stili a sé stanti. Tradizione e tipicità si combinano con sapienza alle sperimentazioni firmate da una nuova generazione di chef. Un tratto caratteristico di Vienna e della sua cucina è rappresentato dal Beisl, un ampio bancone dove viene spillata e servita la birra. Tra pareti rivestite di pannelli di legno, tavoli e sedie semplici, sono serviti i piatti tradizionali, come la Frittatensuppe (brodo con frittatine), la Grießnockerlsuppe (zuppa con gnocchetti di semolino) e il Tafelspitz (manzo bollito in brodo da abbinare a salsa di erba cipollina). Ce n’è per tutti i gusti anche per gli amanti dei dolci. Dalla celebre Sachertorte, la torta di cioccolato con marmellata di albicocche, allo Strudel, proposto in una molteplicità di varianti.

 

Vienna e mezzi di trasporto

Vienna offre un sistema di trasporti pubblici tra i più efficienti d’Europa, che copre quasi l’intero arco della giornata, dalle 5 del mattino alla mezzanotte. Non mancano bus notturni che circolano fino alle 5 del mattino e che si riconoscono perché contrassegnati dalla lettera N. Le corse sono frequenti e in genere non si deve attendere per più di 10 minuti. A disposizione dei turisti, la metropolitana di superficie (S-Bahn) e la metropolitana sotterranea (U-Bahn), tram, autobus e treni regionali. Vienna può essere visitata con comodità anche in bicicletta, grazie alla corsia ciclabile della Ringstrasse e alla pista realizzata lungo le rive del Danubio. Ma è facile muoversi anche a piedi, anzi è consigliato quando si visita il centro storico, anche perché alcune delle vie e delle piazze centrali sono soltanto pedonali.

Chi non bada a spese può noleggiare una carrozza trainata da cavalli. Economiche invece le corse in taxi.

 

Cinema e spettacolo

Vienna è la città della musica e regala emozioni agli appassionati di tutti i generi e gli stili. Dalla musica classica al jazz, dal pop e dal rock all’elettronica e all’avanguardia.

Riguardo al cinema, Vienna è stata più volte location di pellicole cinematografiche. Tra i film girati nella capitale austriaca, Amadeus, Klimt, Il Danubio rosso, Il terzo uomo, Il valzer dell’imperatore, L’Amante pura, Prima dell’alba e The Illusionist. Ispirati a Elisabetta Amalia Eugenia di Wittelsbach, imperatrice d’Austria nota con il nome di principessa Sissi, sono i tre film diretti da Ernst Marischka e interpretati da Romy Schneider. Numerose anche le opere letterarie ambientate a Vienna.

Tra i libri più noti, Il mondo secondo Garp di John Irving, Doppio Sogno di Arthur Schnitzler, La cripta dei cappuccini di Joseph Roth e Vita coniugale di Vogel Dadiv.

 

Lo sapevi che…

Vienna e i viennesi hanno un particolare rapporto con la morte. I cimiteri sono vissuti come luoghi di cultura e sono parte integrante della storia della città. Le sepolture si celebrano all’insegna del motto “a schöne Leich”, vale a dire “un bel funerale”. La morte è una sorta di ossessione per i viennesi, tanto che a Vienna c’è un Museo della sepoltura dove sono esposti circa 1.000 oggetti.

A Vienna ha soggiornato e lavorato anche il padre della psicanalisi, Sigmund Freud.

 

Itinerari

Vienna offre numerose attrazioni. Oltre ai luoghi, agli edifici e ai monumenti già descritti, un itinerario di sicuro interesse è quello che si snoda per le vie e per i luoghi legati alla cultura ebraica. Ecco, dunque, il Museo Ebraico (Palazzo Eskeles nella Dorotheergasse), il Museo sullo Judenplatz, che conserva i resti sotterranei della sinagoga medievale, il monumento commemorativo per le vittime della Shoa nel Tempio Ebraico, la casa/museo di Sigmund Freud, situata nel 9° distretto di Vienna.

Un altro itinerario in grado di proiettare il visitatore nell’atmosfera di Vienna è quello ispirato al verde: oltre 2.000 le aree verdi del territorio urbano, con circa 300 fra parchi e giardini imperiali. E poi l’acqua, con lo storico serbatoio idrico a torre nel distretto di Favoriten e un sentiero interattivo che mostra ai visitatori il modo in cui è strutturato l’approvvigionamento di acqua potabile per la metropoli.

 

Shopping

Vienna è un paradiso per gli amanti dello shopping. Centro storico, Kärntnerstraße, Graben e Kohlmarkt, Mariahilfer Strasse, la zona più fashion di Vienna, sono ricche di negozi e botteghe.

Anche al di fuori dei circuiti più noti Vienna è in grado di offrire appaganti esperienze di shopping da intenditori. Per esempio lungo la Kirchengasse, nel distretto di Neubau, ideale per chi vuole conoscere capi firmati dagli stilisti locali.

Spazio anche agli amanti del vintage, con gli abiti in stile liberty e charleston proposti da Vintage Flo, nel quartiere del Freihausviertel. Knize, invece, è il tempio dell’eleganza maschile, la sartoria dove si sono serviti anche gli arciduchi di Asburgo. Non mancano negozi dedicati al cibo e al gusto in generale. Tra i più antichi e rinomati, A. Gerstner K&K Hofzuckerbäcker, dal 1847 uno dei simboli della pasticceria di alto livello. Si segnala, tra gli altri, la Confiserie Heindl, una confetteria che offre originali cioccolatini tipicamente viennesi, come i talleri di Sissi, i talleri di Johann Strauss, il cuore di Mozart.

 

Info utili

L’Aeroporto Wien-Shwechat è situato all’esterno della città, ma in circa 15 minuti, con il City Airport Train CAT, si raggiunge il centro di Vienna. Collegamenti rapidi e continui sono assicurati anche da metropolitana suburbana S7 e Flughafen-Expressbusse.

In alternativa, è possibile raggiungere Vienna in treno, meglio se a bordo dei treni notturni delle ÖBB, con partenze da Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Verona e Milano.

A Vienna si può naturalmente arrivare anche in automobile: bisogna però tenere presente che in Austria tutte le superstrade e le autostrade sono soggette a pedaggio, e che nei distretti interni di Vienna le aree di parcheggio sono riservate alle soste brevi.

Infine, Vienna può essere raggiunta anche in pullman, grazie alla compagnia di trasporti Eurolines.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Trova Ristoranti