viaggi > guide

 

GUIDA TURISTICA BOLOGNA

 

Informazioni generali su Bologna

Bologna è una delle città più accoglienti dell’intero scenario artistico, storico e culturale italiano. Capoluogo della regione Emilia Romagna, racchiude antichissime testimonianze del suo immenso valore, come la più antica sede universitaria italiana.

Bologna è importante, bella, ricca e giocosa come la sua gente: visitare questa città significa immergersi in un mondo di vivace simpatia, cordialità e allegria.

 

Cosa visitare

Il simbolo del capoluogo emiliano sono i portici: quasi 40 chilometri nella sola zona del centro storico. I portici bolognesi sono un’ottima soluzione per conoscere meglio le bellezze della città anche nei periodi in cui imperversa il cattivo tempo.

Attraverso i portici si arriva a un altro emblema bolognese: le torri. Le più famose, entrambe pendenti, sono la Torre degli Asinelli, una delle torri più alte d’Italia grazie ai suoi 97,20 metri e visitabile per godere di un panorama mozzafiato dalla sua cima, e la Torre della Garisenda, citata più volte dal sommo poeta Dante.

Il cuore di questa città è Piazza Maggiore, dove trova posto l’imponente Basilica di San Petronio, costruzione gotica ultimata nel tardo Seicento e dedicata a un vescovo bolognese del V secolo, divenuto poi patrono della città.

Di fronte alla cattedrale si ammira la Fontana del Nettuno, che con i suoi giochi d’acqua, illuminati di sera, regala un tocco di spumeggiante fastosità ai turisti.

Altre tappe d’obbligo sono l’Archiginnasio, antica sede universitaria trasformata in museo, e  Palazzo Davia Bargellini, sommo esempio di raccolta museale di opere di inestimabile pregio.

 

Cosa mangiare

Simbolo della cucina emiliana in genere, e in particolare di quella bolognese, sono i primi piatti.

La regina indiscussa è la pasta all’uovo. Di sfoglia sottile e soda, fatta di farina lavorata solo con le uova, senza l’aggiunta di acqua, questa pasta ben si sposa con ricchi e succulenti ragù a base di carne, pomodori, prosciutto a dadini, il tutto rigorosamente soffritto nel  burro.

Le declinazioni più tipiche della pasta emiliana sono tagliatelle, lasagne e tortellini.

 

Mezzi di trasporto

Bologna è ben servita da autobus e filobus gestiti dall’azienda di trasporto ATC. Di sera e di notte, specialmente durante il fine settimana, i ‘night bus’ collegano il capoluogo alla sua provincia.

Bologna è anche nota come la “città delle biciclette”: i residenti amano spostarsi in bici per andare al lavoro, a scuola, all’università, a fare shopping e ovunque si possa arrivare senza prendere l’auto o i mezzi pubblici. Per fare vivere l’appassionante esperienza di muoversi su due ruote anche ai turisti, il Comune ha aderito al servizio di noleggio pubblico a prelievo meccanico “C’entro in bici”, diffuso in un centinaio di città italiane.

 

Cinema e spettacolo

Bologna offre prospettive e scorci assai particolari ed è per questo che tra le sue piazze, le sue vie e i suoi portici si sono girate alcune delle scene più belle, spassose o inquietanti, della cinematografia italiana. Ricordiamo la divertente pellicola Acapulco, prima spiaggia... a sinistra di Sergio Martino; le due versioni “bolognesi” della goliardica commedia Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno di Mario Amendola e Ruggero Maccari, diretta di Giorgio Simonelli); il primo lungometraggio a colori di Michelangelo Antonioni, Il deserto rosso, con una giovanissima Monica Vitti; il drammatico e commovente L’Agnese va a morire di Giuliano Montaldo. Anche il regista Pupi Avati, che ha avuto i suoi natali a Bologna, proprio qui ha diretto numerosi suoi film.

 

Lo sapevi che…

Bologna vanta la più antica sede universitaria europea, lo Studium, fondato nel 1088 e frequentato da personaggi illustri quali Niccolò Copernico, Erasmo da Rotterdam, Dante e Petrarca.

A Bologna, da sempre, quando accade un evento importante si sottolinea con il rintocco del Campanazzo, antica e storica campana sita nella Torre dell’Arengo del Palazzo del Podestà.

Di Bologna si diceva, un tempo, che fosse la “città delle tre T”: tortellini, torri e… A voi il piacere di scoprire la terza parola!

 

Itinerari

Il classico itinerario per conoscere le monumentali e storiche bellezze di Bologna parte dalla stazione ferroviaria in Piazza Medaglie d’Oro. Percorrendo un delizioso tragitto lungo Via Indipendenza, caratterizzata da palazzi ottocenteschi, si arriva ai Giardini della Montagnola, sede del mercato settimanale, e da qui a Piazza Nettuno, celeberrima per l’imponente statua del dio marittimo chiamato dai bolognesi “il Gigante” (in dialetto al Żigàn). Da Piazza Maggiore, sede di comizi, concerti, feste e altri eventi, tornando verso la stazione si possono scorgere sulla destra le due torri duecentesche, la Torre degli Asinelli e la Torre della Garisenda.

Un secondo e più godereccio percorso bolognese per conoscere Bologna la grassa” è il tragitto dell’ex Mercato di Mezzo: in Via Degli Orefici e in Via Pescherie Vecchie, oltre a banchi di vendita del pesce e altri generi alimentari, nelle particolari nicchie ricavate dentro gli edifici trovano posto piccole botteghe (le buche) di frutta, verdura e specialità gastronomiche. La passeggiata si prosegue in Via Drapperie, Vicolo Ranocchi e Via Clavature, costellate da negozi e botteghe d’artigianato locale.

 

Shopping

Il capoluogo emiliano annovera antiche tradizioni tessili che hanno sviluppato importanti ed eleganti botteghe artigianali dislocate nel centro storico cittadino.

Le vie dello shopping bolognese contano numerosi outlet che vendono le più celebri firme del prêt-à-porter. Il quadrilatero bolognese dell’alta moda comprende Via Rizzoli, Via d’Azeglio, Via Farini e Via Castiglione.

 

Info utili

Bologna è ben collegata con le maggiori città italiane grazie allo snodo autostradale attraverso cui passano l’A1 (Autostrada del Sole), che la mette in comunicazione diretta con Milano e Roma, l’A13, che la congiunge con Venezia e l’A14, che la unisce alla Riviera Romagnola.

In treno si arriva con comodità alla stazione, situata a pochi minuti a piedi dal centro storico della città.

Dalla stazione ferroviaria c’è anche il collegamento, via bus, all’Aeroporto Internazionale Guglielmo Marconi.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi