viaggi > guide

 

GUIDA TURISTICA MILANO

 

Informazioni generali su Milano

Visitare Milano è come partecipare a una misteriosa caccia al tesoro, alla scoperta di autentici gioielli monumentali, in inverno talvolta incastonati nella nebbia, elemento atmosferico caratteristico della città. Il capoluogo meneghino vi accompagnerà alla scoperta della sua importante storia, della sua ricca cultura e della sua laboriosa civiltà.

 

Cosa visitare

I simboli di una città si trovano nel suo cuore: il centro. Infatti nel centro di Milano si trova il Duomo, cattedrale gotica che rappresenta appieno tutta la sua religiosità e che ospita, sulla guglia maggiore, la Madonnina dorata, che secondo la tradizione protegge Milano.

Qualche passo più in là c’è il più famoso museo italiano di arte moderna, il Museo del Novecento, inaugurato nel dicembre 2010.
Di fianco al Duomo spicca l’emblema dell’eclettica urbanizzazione milanese dell’Ottocento: la Galleria Vittorio Emanuele II, che collega la piazza in cui si erge il Duomo a Piazza della Scala, dove troneggiano Palazzo Marino, sede del Comune, e il Teatro alla Scala, uno dei teatri lirici più importanti del mondo.
Non si lascia Milano se non si visitano il Castello Sforzesco, il quartiere dei Navigli, uno dei rioni più tipici e vivaci della città, Sant’Ambrogio, San Lorenzo e la Pinacoteca di Brera.

 

Cosa mangiare

L’arte culinaria milanese si fonda su condimenti semplici di derivazione animale, come latte, burro e formaggio. Questa cucina ama la lunga cottura con cui si preparano brodi, zuppe e sughi, che rappresentano le fondamenta su cui si concretizzano tutti i suoi migliori piatti.

Il re della gastronomia milanese è il risotto alla milanese: dopo avere tostato il riso nel soffritto di cipolla e midollo di bue e averlo insaporito con del vino bianco, si procede alla sua cottura con l’aggiunta di brodo e zafferano. Degne compagne del celebre risotto sono la trippa in umido, un eccellente piatto a base di frattaglie di stomaco di bovino; gli ossibuchi alla milanese; la cassoeula alla milanese, a base di carne suina e verze. Tra i dolci, è d’obbligo ricordare il natalizio panettone.

 

Mezzi di trasporto

Il simbolo della storia della mobilità urbana milanese è il tram, un mezzo di trasporto su rotaia che dal 1928 attraversa tutta la città. Nasce nel 1876 viaggiando con trazione animale, nel 1878 si trasforma in tranvia a vapore e nel 1927 assume, grazie all’energia elettrica, l’aspetto odierno. Ovviamente nella laboriosa Milano ci si muove anche grazie a tre linee metropolitane, un passante ferroviario e numerosissime autolinee. La dinamicità culturale della cittadinanza milanese non conosce eguali e si traduce in una rete di trasporti pubblici estremamente efficiente.

 

Cinema e spettacolo

Dagli anni Trenta, il mondo della cinematografia ha visto Milano come realtà urbana in cui ambientare set cinematografici che ritraggono la vita di una grande metropoli italiana. NE sono un esempio Miracolo a Milano di Vittorio De Sica, Milano odia: la polizia non può sparare di Umberto Lenzi, e in tempi più recenti Eccezzziunale… veramente di Carlo Vanzina, Willy Signori e vengo da lontano di Francesco Nuti e Chiedimi se sono felice diretto dal trio comico Aldo, Giovanni e Giacomo e da Massimo Venier.
Milano è anche sinonimo di letteratura. Il capoluogo meneghino annovera, tra i suoi cittadini illustri, personaggi quali l’illuminista Giuseppe Parini (1729-1799), il poeta dialettale Carlo Porta (1775-1821); Giovanni Guareschi (1908-1968), padre di Don Camillo e Peppone e la “poetessa dei Navigli” Alda Merini (1931-2009), alla quale Milano ha intitolato la Casa-Museo di via Magolfa 32, presso il Naviglio Grande.

 

Lo sapevi che…

Meneghino, sinonimo di ‘milanese’, è la storica maschera seicentesca locale.
Milano ha una propria liturgia ecclesiastica, denominata Rito Ambrosiano.

Nel Duomo di Milano, Napoleone si è incoronato Imperatore indossando la Corona Ferrea, massima onorificenza degli imperatori del Sacro Romano Impero.

Nella Biblioteca Ambrosiana, che custodisce opere inestimabili, esiste persino un volume rilegato in... pelle umana!

A Milano, le allieve dell’Accademia di Ballo del Teatro alla Scala sono chiamate spinazitt perché la loro acconciatura ricorda la forma degli spinaci.

 

Itinerari

Il più classico itinerario parte da Piazza del Duomo e, passando per via Mengoni dove si scorge Piazza dei Mercanti, anticamente sede del mercato cittadino, si arriva in Piazza Cordusio incrociando Via Dante e Largo Cairoli, cuore della finanza milanese, per giungere infine di fronte al celeberrimo Castello Sforzesco.
Se si amano l’arte e la scienza, si parte da Corso Vittorio Emanuele, si attraversa Piazza San Babila, si prosegue per Corso Venezia e si arriva ai Giardini di Porta Venezia. Lungo questo percorso si possono visitare la Galleria d’Arte Moderna, nel Palazzo del Senato, il Civico Museo di Storia Naturale e il Planetario.    

 

Shopping

Milano capitale del fashion: così la definisce il mondo imprenditoriale del prêt-à-porter. Da Via Montenapoleone a Via della Spiga, da Via Santo Spirito a Via Borgospesso, si sviluppa il “quadrilatero della moda”. Qui si può fare shopping entrando nelle boutique delle griffe più rinomate come Gucci, Armani, Versace, Prada, Bulgari, Louis Vuitton, Moschino e tanti altri.

 

Info utili

Milano si può raggiungere in auto, attraverso importanti arterie autostradali.

In treno, dalla centralissima Stazione Centrale e dalle altre cinque stazioni minori.

In aereo, atterrando agli aeroporti di Linate e Malpensa o a quello di Bergamo, Orio al Serio, ormai sempre più considerato a tutti gli effetti il terzo aeroporto di Milano.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi