viaggi > guide

 

GUIDA TURISTICA ROMA

 

Informazioni generali su Roma

“Roma Caput Mundi”, Roma a Capo del Mondo, così la definivano i latini. Da sempre, infatti, Roma è conosciuta come una delle città più belle, ricche e famose del mondo, che sovrasta ogni altra per la sua storia e la concentrazione di monumenti e capolavori d’arte che hanno ispirato e impressionato i visitatori di tutte le epoche.

Nel suo trascorso storico di quasi tremila anni è stata la prima grande metropoli dell’umanità e, dalla sua presunta data di fondazione, stimata attorno al 753 a.C., è stata la capitale di una delle più grandi e antiche civiltà del mondo, l’Impero Romano: non è azzardato dire che la storia di Roma è il piedistallo su cui si sviluppa l’intera storia dell’Occidente europeo. 

 

Cosa visitare

Indicare in breve i monumenti più importanti di Roma è un compito destinato all’insuccesso, vista l’inestimabile ricchezza in arte e cultura che connota quasi ogni edificio del centro storico e l’immensa area archeologica del comprensorio romano. In ordine di pura suggestione emotiva, e proponendo arbitrariamente uno degli innumerevoli elenchi monumentali dell’Urbe, menzioniamo il Colosseo, il Teatro Marcello, il Pantheon, l’Arco di Costantino, la Basilica di Santa Maria Maggiore, la Basilica di San Giovanni in Laterano, Castel Sant’Angelo, la Basilica di San Pietro e il Colonnato del Bernini, il Campidoglio, Piazza Navona, Piazza del Popolo, Trinità dei Monti e Piazza di Spagna, la Fontana di Trevi, i Giardini del Gianicolo, gli edifici dell’EUR.

 

Cosa mangiare

La cucina romana tradizionale è basata su ingredienti di origine rurale. Alcuni tipici esempi sono, tra i primi piatti, gli spaghetti alla Carbonara, pasta condita con uova, guanciale o pancetta, pepe e pecorino, e i bucatini all’Amatriciana, dove il guanciale si sposa alla salsa di pomodoro insaporita da un energico soffritto di cipolle. La regina dei secondi è la coda alla Vaccinara, coda di bovino stufata e condita con varie verdure, ma nella corte dei piatti più prelibati si trovano anche i saltimbocca alla romana, fettine di vitello arrotolate con prosciutto crudo e salvia e poi cotte nel burro e frizionate nel vino bianco.

 

Mezzi di trasporto

Muoversi nella Città Eterna con l’ausilio dei suoi mezzi pubblici è alquanto facile e poco costoso, benché il traffico congestionato sia uno dei problemi più gravi che assillano la città. La mobilità urbana è basata su due linee metropolitane già attive, la Linea A, nata nel 1980 e la Linea B aperta nel 1955. Sono in progettazione altre tre linee, B1, C e D. La città presenta inoltre un efficiente servizio di otto linee ferroviarie gestite da Trenitalia ,che collegano i punti più periferici dell’esteso territorio romano con il centro, e una rete di autobus, tram e filobus che l’irradia completamente.

 

Cinema e spettacolo

Roma è considerata una delle capitali mondiali del cinema. Merito di Cinecittà, fondata nel 1937, una vera e propria perla cittadina dove si sono realizzati alcuni dei film più celebrati della storia del cinema mondiale, come Quo Vadis e Vacanze Romane di William Wyler e Cleopatra diretto da Joseph L. Mankiewicz. Ma Roma è stata anche la capitale del cinema neorealistico e della commedia all’italiana, con capolavori come Roma Città Aperta di Roberto Rossellini, Sciuscià, Umberto D e Ladri di biciclette di Vittorio De Sica, Guardie e Ladri di Mario Monicelli, La Dolce Vita e Roma di Federico Fellini, Accattone e Mamma Roma di Pier Paolo Pasolini, Un americano a Roma di Stefano Vanzina, C’eravamo tanto amati di Ettore Scola.

Anche la letteratura annovera fiumi di pagine ambientate a Roma. Vogliamo menzionarne solo alcune: Il piacere di Gabriele D’Annunzio, La romana di Alberto Moravia e, tra i best seller più recenti, Tre metri sopra il cielo di Federico Moccia, Angeli e Demoni di Dan Brown.

 

Lo sapevi che…

Il simbolo di Roma è una lupa, animale che, secondo la leggenda della fondazione della città, avrebbe allattato i due neonati Romolo e Remo: sarà proprio Romolo a tracciare il primo perimetro entro cui sarebbe sorta la città eterna.

Nella Galleria Borghese, tra le altre meraviglie, trova posto la scultura del Canova che ritrae completamente nuda Paolina Borghese, sorella di Napoleone, che posò direttamente per il grande artista neoclassico.

La statua del Pasquino è un reperto romano che nei secoli recenti fu usato dalle anime più insofferenti del popolo per  affiggere dei manifesti satirici che denunciavano in modo sarcastico i vizi pubblici e privati dei potenti e in qualche caso anche del papa. Da qui il termine “pasquinata”, riferito a un motto di spirito irriverente.

 

Itinerari

Organizzare un itinerario esauriente attraverso i tesori artistici e monumentali di Roma è impossibile. A meno di fermarsi nella città per mesi interi, occorre fare delle scelte, sempre fortemente limitanti. Come prima cosa è utile stabilire quale tipologia di percorso si vuole seguire: se si ama l’archeologia basta partire dai Fori Imperiali, che si sviluppano da Piazza Venezia sino a incontrare il Colosseo. Se invece si vuole visitare la culla della sacralità cristiana, dal ponte sul Tevere posto di fronte a Castel Sant’Angelo si percorre tutta Via della Conciliazione (creata nel 1936 con la demolizione dell’isolato medievale Spina del Borgo) e si giunge in Piazza San Pietro, per ammirare una delle meraviglie del mondo moderno: la Basilica di San Pietro. Gli amanti delle atmosfere medievali possono partire da Ponte Sisto e attraversare il quartiere di Campo dei Fiori sino alla sua famosa piazza, sede di un mercato noto in tutto il mondo.

I cultori del più puro Barocco romano devono visitare la scenografica Piazza Navona, la Fontana di Trevi e Piazza di Spagna, da dove scendere lungo via del Corso fino a Piazza del Popolo, dove si ergono le chiese gemelle del Borromini.

 

Shopping

Chi fa shopping nella capitale non può prescindere dal triangolo del fashion più esclusivo, compreso tra Via del Corso, Via dei Condotti e Via Frattina, dove si possono acquistare capi dei più grandi stilisti. Chi ama i mercatini deve assolutamente andare a Porta Portese, mentre se si cercano originalità a basso costo si può percorrere Via Del Governo Vecchio, dove si trovano negozi di qualsiasi genere che trattano soprattutto l’usato. 

 

Info utili

Si arriva a Roma in aereo atterrando agli aeroporti Leonardo da vinci, sito a Fiumicino, e Ciampino, entrambi ben collegati con il centro della città.

In treno si entra direttamente nel cuore della città, scendendo alla  Stazione Termini o alla Stazione Tiburtina, da dove parte anche un efficiente servizio Pullman che collega Roma alle principali città europee.

Chi viaggia in auto, arriva a Roma seguendo l’autostrada del Sole (A1) o una delle strade statali che si diramano verso tutte le più importanti città italiane: le più trafficate sono la Via Aurelia (che porta a Pisa e Livorno), la Via Cassia (che conduce a Viterbo e Siena), la Via Flaminia (che arriva in Umbria).

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi