viaggi > guide

 

GUIDA TURISTICA SIENA

 

Informazioni generali su Siena

Siena è un gioiello dell’arte medievale italiana, una delle poche città europee il cui centro, ancora delimitato dalle mura di fortificazione, ha mantenuto pressoché inalterata la planimetria urbanistica sviluppata fino al Quattrocento. Il turista che la visita si sente trasportato in una dimensione storica lontana, ritrovando atmosfere e ambienti capaci di illustrare in modo fedele e fortemente evocativo l’assetto dei comuni del tardo medioevo. Ad accrescere il fascino di Siena è anche la felice collocazione dello spazio edificato tra i colli dolci e verdi del centro della Toscana, una delle aree paesaggistiche più suggestive del nostro paese.

Dal 1995 il centro storico di Siena è stato dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.

 

Cosa visitare

Numerosi monumenti religiosi e civili di straordinaria bellezza e valore artistico caratterizzano la città.

Il Duomo, uno dei migliori esempi dell’architettura religiosa romanico-gotica italiana si distingue per la magniloquenza delle decorazioni degli esterni, culminanti nell’imponente facciata di Giovanni Pisano e Camaino di Crescentino e per lo splendore degli interni. Tra i tanti tesori che si possono ammirare tra le tre navate meritano una particolare attenzione le due acquasantiere in marmo bianco di Carrara, scolpite da Antonio Federighi e il pulpito di Nicola Pisano. Unico in tutta la storia dell’arte anche il pavimento a commessi marmorei, in cui sono rappresentate scene dell’antico testamento e 17 sibille, intese come figure femminili che hanno profetizzato la venuta di Cristo.

Il Battistero di San Giovanni, adiacente all’abside del Duomo, è una mirabile espressione dell’arte gotica dell’Italia centrale.

Tra le architetture civili è nota in tutto il mondo Piazza del Campo, con la sua originalissima forma a conchiglia. Qui, due volte l’anno, si tiene il Palio, evento folcloristico tra i più conosciuti del mondo. Il visitatore rimane colpito dalla grandiosa facciata del Palazzo Comunale, affiancato dalla Torre del Mangia, la terza torre medievale italiana più alta (la prima è il Torrazzo di Cremona, la seconda la Torre degli Asinelli di Bologna).

 

Cosa mangiare

La cucina senese è il risultato di una lunga tradizione che ha le sue origini nel medioevo. Tra i suoi piatti più gustosi si possono annoverare i pici, grossi spaghetti fatti a mano conditi solitamente con gustosi sughi a base di carne; la ribollita, saporita zuppa di verdure, cavolo nero e fagioli; gli arrosti di cacciagione e di cinghiale. Menzione particolare va ai suoi dolci: il panforte, i ricciarelli, le copate e i berricuocoli.

Ogni pasto senese è nobilitato dai vini pregiati che vengono prodotti nella zona: il Chianti, il Vino Nobile di Montepulciano, il Brunello di Montalcino e il Vernaccia di San Gimignano.

 

Mezzi di trasporto

Siena si presenta come una delle poche realtà urbane il cui centro storico è interamente pedonalizzato. Non si può accedere con le auto private e l’unico modo per muoversi è a piedi o con i Pollicino, mini autobus che percorrono le strette strade principali della città.

Siena sorge su un territorio collinare, per cui le sue strade hanno sovente una pendenza piuttosto ripida, caratteristica che rende estremamente faticoso l’uso della bicicletta per gli spostamenti.

 

Cinema e spettacolo

Siena e la sua provincia sono state scelte frequentemente per l’ambientazione di set cinematografici. Alcuni esempi: La ragazza del Palio diretto da Luigi Zampa, Fratello Sole, Sorella Luna di Franco Zeffirelli, Piazza delle Cinque Lune di Renzo Martinelli, Con gli occhi chiusi di Francesca Archibugi, Agente 007 - Quantum of Solace di Marc Forster, in cui sono state incluse anche riprese del Palio del 2007.

Tra i libri che hanno trovato in Siena un perfetto scenario menzioniamo Il bacio del demone,  secondo episodio della trilogia Scarlett di Barbara Baraldi, di genere paranormal romance/urban fantasy; Tre Croci di Federigo Tozzi, la cui trama porta il lettore ad addentrarsi nella Siena più sconosciuta; o ancora Un’ombra nera, nuovo romanzo di Fausto Tanzarella, ambientato in una sanguinosa Siena del Trecento. 

 

Lo sapevi che…

A Siena nacque, nel 1200, la prima banca italiana: il Monte dei Paschi di Siena.

La Fonte Gaia, sita in Piazza del Campo, è alimentata ancora oggi da un ingegnoso sistema

idraulico del Trecento.

Siena è geograficamente suddivisa in caratteristici terzieri, terzi di città, e in diciassette contrade tutte concorrenti e rivali nel Palio.

A Siena la celeberrima Piazza del Campo è suddivisa in nove settori che rappresentavano il Consiglio dei Nove, che governava la città.

 

Itinerari

Visitare Siena significa addentrarsi senza meta nelle sue viuzze, per immergersi nell’atmosfera medievale che ancora permea quasi ogni angolo della città. Se però si vuole seguire un itinerario più preciso che porti subito a visitare i monumenti più rappresentativi conviene senz’altro muovere da Piazza del Campo dove visitare il Palazzo Comunale e la Torre del Mangia (si può salire fino in cima) e da qui recarsi al Duomo, al Battistero e alla Chiesa di Santa Maria della Scala. L’ultimo tratto del percorso porta alla Biblioteca degli Intronati, alla Pinacoteca Nazionale, che conserva opere di Martini e Buoninsegna, e al Palazzo delle Papesse.   

 

Shopping

Nelle vie senesi si trovano negozi e botteghe di ogni genere dove si può acquistare davvero di tutto, ma l’area più calda dello shopping è quella compresa tra Via di Città, Banchi di Sopra e Via dei Montanini. Qui tra l’altro sarà facile trovare locali tipici dove rifocillarsi e fare una pausa tra un acquisto e l’altro.

 

Info utili

A Siena si può arrivare in auto seguendo l’autostrada del Sole (A1) e successivamente la superstrada Firenze-Siena.

Chi viaggia in aereo atterra all’aeroporto Galileo Galilei di Pisa o all’Amerigo Vespucci di Firenze e poi prende il treno o uno dei pullman che portano direttamente a Siena.

La stazione di Siena si trova a pochi passi dal centro, ma si tratta di una stazione minore: il collegamento con Pisa e Firenze non è diretto e occorre cambiare a Empoli.

Il servizio di pullman congiunge Siena direttamente a Roma (gli autobus partono dalla stazione Tiburtina), a Firenze (capolinea di fronte alla Stazione Ferroviaria Santa Maria Novella) e a Pisa (direttamente dall’aeroporto).

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi