viaggi > guide

 

GUIDA REGIONE BASILICATA

 

Informazioni generali

La Basilicata, che affonda le sue radici in un tempo antichissimo, è una regione dell’Italia del Sud ricca di foreste e campagne. Denominata anche Lucania, il suo capoluogo di regione è Potenza; altre città importanti sono Matera, l’unica altra provincia, e i comuni di Policoro, Pisticci e Melfi.

Dove andare: mare e natura

Un viaggio in Basilicata è un’occasione per abbinare “verde e blu”. La parte “verde” più nota è simboleggiata dal Parco Nazionale del Pollino, che abbraccia le due province racchiudendo 24 comuni che includono diverse aree naturali. Ancora più estesa (210 ettari nel comune di Francavilla in Sinni) è la Riserva Naturale di Rubbio, dove si ammirano flora e fauna proprie del territorio lucano.
In una splendida cornice di alberi di faggio e ninfee che fioriscono in estate, i laghi di Monticchio (Lago Piccolo e Lago Grande, entrambi navigabili con canoe, pedalò e barche da turismo) a Rionero in Vulture (Potenza) sono situati sulla superficie di un vulcano inattivo nei pressi della stupenda Abbazia di San Michele Arcangelo, incastonata nella pietra di tufo. Tra le stradine della campagna che circonda gli specchi lacustri e l’abbazia, assai frequentata come luogo di ritrovo per picnic e feste campestri, si trovano botteghe di artigiani che espongono i propri manufatti.
Lambita dalle acque del Mar Tirreno a sud-ovest e del Mar Ionio a sud-est, la costa tirrenica si estende per circa 30 chilometri tra Acquafredda di Maratea e la Secca di Castrocucco (Potenza), con Maratea come centro marittimo primario, mentre la costa jonica si sviluppa per 35 chilometri lungo cui sorgono Metaponto, Scanzano Jonico, Pisticci, Nova Siri e Policoro.

Città principali: cosa vedere

Potenza – Il cuore del centro storico potentino, localmente denominato Sopra Potenza, è l’antica Via Pretoria, dove sono presenti le strutture architettoniche più notevoli: la Cattedrale di San Gerardo, la Chiesa di San Francesco, la Chiesa San Michele e la Chiesa Santa Maria del Sepolcro.
Matera – I Sassi di Matera (Barisano e Caveoso), dichiarati patrimonio UNESCO, sono quartieri formati da speroni di roccia da cui si sono ricavate abitazioni che costituiscono il nucleo storico più antico, location perfetta per le riprese di documentari e film, tra cui “La passione di Cristo” (2004, regia di Mel Gibson).
Tra le opere architettoniche materane più pregevoli spiccano la Cattedrale di Santa Maria della Bruna, posizionata tra i due Sassi Barisano e Caveoso, la Chiesa di San Giovanni Battista e la Chiesa di San Pietro Caveoso. Imperdibili anche Palazzo Lanfranchi (sede del Museo Nazionale d'Arte Medievale e Moderna della Basilicata), Palazzo dell’Annunziata e Castello Tramontano.

Borghi antichi

Visitare i borghi antichi della Basilicata dà l’impressione di camminare come immersi in una sorta di presepe. Le casette in pietra, frammiste ad architetture religiose e a scavi con rovine archeologiche, creano un’atmosfera inimitabile. I borghi principali, tra i più affascinanti d’Italia, sono Acerenza, Pietrapertosa e Venosa.

Cosa mangiare

Tra i primi piatti della cucina lucana, la pasta fatta in casa è una vera e propria delizia culinaria: fusilli, strascinati e lagane (straccetti), conditi con un semplice sugo di pomodoro con basilico fresco, olio extravergine di oliva e una spolverata di formaggio grattugiato, soddisfano ogni palato. Un secondo piatto tipico è l’appetitoso baccalà con contorno di verdure, da accompagnare con i prodotti da forno più invitanti: il pane di Matera e i tarallini aromatizzati.

Attività sportive

Le terre della Basilicata sono eccellenti per praticare soprattutto attività cicloturistiche ed escursionistiche. Strade lungo le coste marittime, sentieri che si inerpicano tra scarpate e declivi e paesini incantati sono appaganti tanto per gli occhi e per lo spirito.
Le aree costiere della regione ben si prestano a sport acquatici come kitesurf, windsurf e sci nautico. Il mare di Maratea è eccezionale per diving e snorkeling.

La Basilicata in primavera ed estate

La mitezza dei mesi primaverili e la stagione calda sono i periodi migliori per fare escursioni, concedersi momenti di relax o divertimento.
In estate, la Basilicata si anima lungo le coste tirrenica e ionica. Affacciata sul Mar Tirreno, Maratea è caratterizzata da insenature, grotte e cale che la rendono unica.
La costa ionica, che si dirama lungo Metaponto, Policoro, Pisticci e Nova Siri, è una punta di diamante del turismo balneare.

La Basilicata in autunno e in inverno
Durante i mesi autunnali, il monte Pollino è ideale per fare lunghe camminate, andare alla ricerca di funghi e praticare avvistamento faunistico. A soli 15 chilometri dal mare, le cime del monte Sirino (Potenza) in inverno sono la meta di sciatori e trekker.

Info utili

Non avendo un’aerostazione propria, la Basilicata è servita dall’Aeroporto Bari-Palese, da dove parte la navetta per Matera, che dista circa 60 chilometri dal capoluogo pugliese. Date le dimensioni della regione, le stazioni ferroviarie principali sono tre: Maratea, Potenza e Metaponto.
Maggiori informazioni su www.aptbasilicata.it

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi