viaggi > guide

 

GUIDA REGIONE LAZIO

 

Informazioni generali

Il Lazio è per molti versi il cuore dell’Italia. In questa terra sono state scritte, attraverso secoli di storia, le pagine più importanti del nostro paese: a partire dalla fondazione dell’Impero Romano Roma è sempre stata “caput mundi”, la città più importante di’Italia e una delle più importanti del mondo.

Ma il Lazio non è solo Roma, la cui bellezza e magnificenza attrae ogni anno milioni di visitatori. L’interesse turistico per questa regione passa attraverso le sue bellezze naturali e i borghi dal forte impatto urbanistico di stampo medievale che non mancano di suscitare emozioni intense.

Il capoluogo, città principale nonché capitale della Repubblica Italiana, è Roma. Gli altri capoluoghi di provincia sono Latina, Viterbo, Rieti e Frosinone.

 

Dove andare: mare e natura

La dorsale appenninica centrale che si concentra qui forma uno dei maggiori spazi verdi europei. Le aree da visitare sono davvero numerose, racchiuse in un ventaglio naturale formato da boschi, parchi protetti, montagne, colline e rocce.

Il Parco nazionale del Circeo è la nostra prima tappa. Area protetta dal 1934, è oggi Riserva di Biosfera UNESCO e candidata al titolo di Territorio Patrimonio dell’Umanità. Si trova nel Lazio meridionale, tra Anzio e Terracina, ed è l’unico parco nazionale italiano distribuito geograficamente tra terra e mare. Il suo territorio è dominato dal monte Circeo.

I Castelli Romani sono tra le aree più affascinanti per una passeggiata, un weekend o una semplice domenica di relax. A caratterizzare questa subregione sono i suggestivi paesi collinari ubicati intorno alla Capitale, come Castel Gandolfo, Nemi e Rocca di Papa.

Il monte Terminillo (Rieti) è conosciuto anche come la “Montagna di Roma” ed è tra le località turistiche invernali più importanti dell’Italia meridionale. È una nota stazione sciistica famosa per la qualità delle sue piste e dei suoi impianti.

Incantevole la catena dei Monti Lucretili. Sorgono nel Subappennino laziale, poco fuori Roma, e offrono al visitatore una suggestiva cornice di boschi, valli e territori rurali tutti da esplorare.

Il lago di Bolsena (Viterbo), di origine vulcanica, attrae ogni anno migliaia di turisti che desiderano e amano stare a contatto con la natura.

Il mare del Lazio è uno scrigno colmo di tesori blu: tratti costieri e spiagge che hanno elevato questa porzione di mar Tirreno a una delle più rinomate d’Italia. Le località più note sono San Felice Circeo, Gaeta, Ostia, Anzio, Torvaianica, Santa Marinella e Santa Severa.

 

Città principali: cosa vedere

Roma  - Un patrimonio storico e culturale di inestimabile valore si “fonde” in questa città e dà vita ad uno dei luoghi più pregni di interesse turistico del mondo. Lo spessore artistico di monumenti e opere monumentali di Roma è qualcosa di unico, qualcosa capace di meravigliare e sorprendere come null’altro.

Il Colosseo è una delle opere architettoniche più amate e rappresenta l’anima del popolo romano. Si trova nel centro della città, tra il quartiere di San Giovanni e via dei Fori Imperiali. A breve distanza vi è l’arco di Costantino.

In prossimità del colle Palatino si concentravano tutte le attività politiche, culturali ed economiche di Roma antica, testimoniate oggi da meraviglie archeologiche quali il Foro Romano, i Mercati di Traiano e i Fori Imperiali. La civiltà passata è altresì illustrata da siti similari di grandissimo valore: gli scavi di Ostia Antica, poco fuori la città, le Terme di Caracalla, Villa dei Quintili, l’area archeologica di Veio, la basilica sotterranea di Porta Maggiore e il Mitreo di San Clemente.

Il valore militare-stategico che aveva in passato è mostrato dalla poderosa cinta muraria cui era dotata, oggi visibile nei resti di Porta Pia, Porta del Popolo, Porta San Sebastiano e Porta San Paolo.

Basilica di San Giovanni in Laterano, basilica di Santa Maria Maggiore, Pantheon e basilica di San Pietro rientrano invece tra le architetture religiose più importanti. La basilica di San Giovanni è uno degli edifici religiosi più visitati.

La basilica di Santa Maria Maggiore è una delle quattro basiliche papali cittadine. Il Pantheon è un tempio dedicato alle divinità del passato e la basilica di San Pietro è invece la più importante chiesa cattolica del mondo. A queste preziose strutture si aggiungono due opere immancabili in un’agenda di visita: la Fontana di Trevi e Castel Sant’Angelo, che costituisce l’anello di congiunzione tra il Vaticano e la Città.

Tivoli – In questa cittadina a poca distanza da Roma è visitabile uno dei capolavori del Rinascimento: villa d’Este. Patrimonio Mondiale UNESCO, villa d’Este è un bellissimo complesso costituito da appartamenti lussuosi, numerose fontane e rigogliosi giardini.

Viterbo – Posizionata sulle falde dei Monti Cimini, la città è caratterizzata dal suo centro storico medievale. Nel basso medioevo fu sede pontificia: il Palazzo dei Papi fu residenza di numerosi pontefici, meritando a Viterbo l’appellativo di “Città dei Papi”. Un altro monumento da ammirare è il duomo, dedicato a San Lorenzo, in stile romanico ma con una facciata cinquecentesca e un possente campanile eretto nel XIV secolo. Da vedere anche la Chiesa di Santa Maria Nuova, la Basilica della Madonna della Quercia e Villa Lante.

Borghi antichi

In regione vi sono diversi borghi e paesini che non hanno subito l’influenza delle maggiori città, che oggi ancora vivono secondo il proprio umile stile di vita. Torre Alfina (frazione di Acquapendente, Viterbo) è uno di questi, un borgo medievale abitato da circa 400 persone dove la vita scorre lenta e piacevole.

Castel di Tora (Rieti) di abitanti ne ha circa 200. Il paese è arroccato su una collina che si affaccia sul lago di Turano. Sempre in provincia di Rieti il borgo di Collalto Sabino. Considerato uno dei paesi medievali più belli d’Italia, si trova al confine con l’Abruzzo.

 

Cosa mangiare

La cucina laziale è povera ma sostanziosa. Fa ampio uso di pasta e carne. La pasta alla carbonara e quella all’amatriciana (innanzitutto i bucatini) sono tra le ricette più appetitose e conosciute. Preparate con ingredienti semplici, riescono a conquistare il palato grazie al loro gusto intenso. I piatti di carne più noti sono la porchetta, i saltimbocca, la pajata e la coda alla vaccinara. La porchetta è protagonista di sagre e feste paesane, dove è tradizionale companatico.

Molto diffusi sono i cibi da strada, prodotti da consumare camminando o all’aperto. Tra i più gustosi di sicuro arancini e supplì, polpette di riso e sugo fritte in pastella molto gradite dai turisti.

 

Attività sportive

La conformazione e la costituzione territoriali consentono di praticare ogni tipo di sport. I numerosi campi da golf presenti intorno alla capitale sono ritrovo di appassionati e praticanti provenienti da ogni parte d’Italia. Le campagne del viterbese sono una delle destinazioni top per gli appassionati di trekking e nordic walking. Le numerose diramazioni stradali interne, unite ai percorsi tracciati dalle popolazioni antiche, sono tra gli itinerari cicloturistici più apprezzati dal pubblico internazionale.

 

Il Lazio in primavera ed estate

Le belle stagioni sono periodo ottimale per una gita fuori porta ai Castelli Romani o ai laghi di Nemi e di Albano. La ricca vegetazione e le numerose attività turistiche sorte nelle vicinanze sono una “calamita” che attrae un pubblico sempre più eterogeneo.

In estate può essere interessante vivere il mare in un modo diverso, visitando le cittadine storiche di Anzio e Gaeta. La prima è stata teatro di una delle maggiori azioni militari compiute sul suolo italiano durante la seconda guerra mondiale: lo sbarco alleato del 1944. La seconda era il centro principale del Ducato omonimo sorto nel Medioevo.

 

Il Lazio in autunno ed inverno

In inverno è possibile partecipare ai vari eventi enogastronomici che si svolgono un po’ in tutta la regione e che vengono dedicati alla raccolta e alla trasformazione dell’uva, delle castagne e del maiale. Gli sportivi possono testare i campi da sci del Terminillo, Prati di Mezzo, Campocatino e Campo Staffi.

 

Info utili

Il Lazio è ben collegato sia a livello ferroviario che aereo. Le stazioni di Roma Termini e Roma Tiburtina consentono di raggiungere la capitale con viaggi diretti anche dalle stazioni più piccole. Gli aeroporti di Roma, Fiumicino e Ciampino, registrano ogni anno un flusso di viaggiatori che complessivamente è tra i più alti d’Europa. Maggiori informazioni sul Miolazio.it.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Trova Farmacie