viaggi > guide

 

GUIDA REGIONE MOLISE

 

Informazioni generali

Il Molise è una delle regioni più piccole d’Italia. Posizionata tra le regioni Lazio, Campania, Abruzzo e Puglia, è scissa in due zone amministrative con capoluoghi di provincia Isernia e Campobasso. Gli altri centri principali sono Venafro, Bojano, Campomarino e Termoli.

Dove andare: mare e natura

Il Molise è bagnato dal mare Adriatico. La costa del Molise, striscia marittima di 35 chilometri, ha i suoi punti di forza nelle località di Termoli, Marina di Montenero, Petacciato e Campomarino Lido.
Termoli (Campobasso), affacciata sul mare, è la cittadina turistica più conosciuta, oltre a essere anche un importante centro economico. La purezza e la limpidezza delle acque della fascia costiera le hanno valso la prestigiosa Bandiera Blu. Le spiagge di Termoli sono divise in due litorali: Nord e Sud. Il primo è consigliato agli amanti del relax, il secondo è invece più popolare tra i praticanti di sport acquatici.
Molto apprezzata dai turisti è il Borgo Antico di Termoli, uno dei maggiori richiami turistici italiani: una terrazza sul mare, assai suggestiva di notte, racchiusa tra imponenti mura e da dove si gode uno splendido panorama.
In Molise ci sono diverse aree naturali protette: le oasi WWF di Monte Mutria e Guardiaregia-Campochiaro (Campobasso), l’oasi LIPU di Casacalenda (Campobasso) e l’oasi WWF Le Mortine (Isernia). Altri luoghi di rilievo sono la riserva MAB di Montedimezzo (Isernia) e il Massiccio del Matese, tra le province di Isernia e Campobasso e famoso per i suoi impianti sciistici.

Città principali: cosa vedere

Campobasso – Campobasso è il capoluogo della regione molisana. Contraddistinta da un forte accento medievale, l’insolita tranquillità ne fa una città dove è piacevole vivere. A Campobasso spiccano strutture architettoniche e artistiche risalenti ai Longobardi, che hanno lasciato una fondamentale traccia nel Castello Monforte, disposto su un promontorio di 800 metri d’altezza raggiungibile dal centro storico e intorno a cui ruotano misteri e leggende che gli conferiscono un’attrattiva singolare. Non mancano imponenti e significative architetture religiose, come la Chiesa di Sant’Antonio Abate, che ben rappresenta l’arte barocca e al cui  interno sono presenti affreschi e tele di gran pregio. La Chiesa di San Bartolomeo è invece l’emblema dell’arte romanica. Risalente al XIII secolo, è incastonata in un affascinante scorcio medievale. Anche i fabbricati  che ospitano le istituzioni, ovvero Palazzo San Giorgio, sede del Municipio, e Palazzo Magno, sede della Provincia, valgono una visita.
Isernia – Localizzata nell’Alto Molise, la sua configurazione urbana ricorda le città del centro dell’Italia, in particolare dell’Umbria, della Toscana e delle Marche. Passeggiando tra le stradine e i vicoli di Isernia, si possono ammirare le botteghe artigiane e osservare la lavorazione del merletto a tombolo da parte delle donne isernine.
I monumenti di Isernia sono per la maggior parte di derivazione romana; di questi, con la sua foggia ricavata da un intero blocco calcareo e con sei getti di acqua, la Fontana Fraterna è considerata tra le più belle d’Italia. Della stessa epoca e situato nel sottosuolo della città è l’acquedotto romano, una delle costruzioni fino a oggi meglio conservate.
Tra gli edifici religiosi si distinguono la Cattedrale di San Pietro Apostolo e l’Eremo dei Santi Cosma e Damiano.

Borghi antichi

La quantità di paesini prossimi al mare e su aspri massicci montuosi fanno della terra molisana un unico, grande borgo antico. Tra le località di maggiore interesse ricordiamo Oratino (Campobasso), dichiarato tra i 100 borghi più incantevoli d'Italia.

Cosa mangiare

Nei primi piatti della cucina molisana si impiegano spesso tagliolini e fusilli. Questi ultimi sono lavorati secondo un antico metodo: all’impasto tradizionale si incorporano ingredienti che aggiungono sapore senza bisogno di impiegare alcun condimento.
Tra i dolci, i biscotti savoiardi e la pizza di Pasqua, con le sue varianti che soddisfano ogni tipo di palato, sono tra i prodotti tipici regionali più amati e apprezzati.

Attività sportive

Uno degli sport più praticati in Molise è lo sci: la pista di Campitello Matese (Campobasso) è una meta rinomata grazie ai suoi 40 chilometri di piste per lo sci alpino e lo sci di fondo. Altre attività comuni sono trekking, birdwatching e, nelle cristalline acque dell’Adriatico, diving, snorkeling, windsurf e kitesurf.

Il Molise in primavera ed estate

La primavera è la stagione ideale per visitare le lussureggianti campagne molisane e i piccoli centri cittadini. Trekking a piedi ed escursioni a cavallo sono le attività che maggiormente permettono di godere del paesaggio circostante.
L’estate è la stagione perfetta per le vacanze al mare. I borghi marittimi della costa molisana sono luoghi adatti sia a famiglie con bambini sia a comitive di giovani.

Il Molise in autunno e in inverno

L’autunno e l’inverno sono le stagioni predilette dagli amanti della neve. Non parliamo solo di sci: il turismo invernale in Molise trova spazio soprattutto in villaggi segnati da uno stile di vita estremamente calmo, meravigliosi da vedere sotto la neve.

Info utili

Il Molise non dispone di piste aeroportuali sul proprio territorio. Tuttavia, a seconda della destinazione da raggiungere, è possibile servirsi degli aeroporti di Napoli-Capodichino (gesac.it), Pescara (abruzzoairport.com) e Foggia (aeroportidipuglia.it). I collegamenti marittimo-turistici sono centralizzati nel porto di Termoli.
Informazioni supplementari su www.regione.molise.it/turismo


 

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi