viaggi > guide

 

GUIDA REGIONE PIEMONTE

 

Informazioni generali

Il Piemonte è uno dei pilastri economici dell’Italia. Qui sono state fondate grandi aziende che tuttora operano con successo sia a livello nazionale che internazionale. Vari i campi merceologici che hanno elevato la regione a centro produttivo d’eccellenza: innanzitutto auto, tecnologie industriali meccaniche e innovazioni alimentari, a cui sono poi seguiti design, enogastronomia e telecomunicazioni.

Questa regione però non è solo industria: al turista offre aree naturali di straordinaria bellezza e alcuni monumenti che sono tra i più noti d’Italia.

Il capoluogo nonché principale città è Torino, le altre sette province che formano il territorio amministrativo piemontese sono Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Vercelli, Novara e Verbania (area del Verbano-Cusio-Ossola).

 

Dove andare: natura

Nella regione dove ha inizio la Pianura Padana sono racchiuse maestose aree montuose a cui si affiancano verdi vallate e caratteristiche zone collinari. Il Monte Rosa è il massiccio più grande delle Alpi: primo per estensione e secondo per altezza. È il “punto di ritrovo” per antonomasia di alpinisti e rocciatori, che qui possono praticare la loro attività preferita ad ogni livello di difficoltà.

La Valsesia è una valle alpina ubicata tra la province di Vercelli e Novara. È meta molto rinomata per escursioni naturalistiche, trekking a piedi e a cavallo, turismo religioso, sci di fondo e turismo fluviale. Il “cuore” della zona è rappresentato dal paese di Alagna Valsesia (Vercelli), comune al confine con la Svizzera, e da Scopello (Vercelli), una delle stazioni sciistiche più note.

La Val Susa si trova vicino a Torino ed è conosciuta per la fauna molto ricca, la rigogliosa flora e i numerosi specchi acquatici, come il laghetto dell’Alpe Laune, il Lago Paradiso delle Rane e il lago dei Sette Colori (posizionato a quasi 3.000 metri d’altezza). In Val di Susa, sul colle omonimo, si trova il comune di Sestriere, famosa località sciistica e sede di importanti eventi sportivi nazionali e internazionali. Il paese è altresì celebre per essere stata una delle mete vacanziere preferite dall’avvocato Giovanni Agnelli.

Dalla montagna alla collina: le Langhe, subregione tra Cuneo e Asti, sono una delle destinazioni che non possono mancare durante una vacanza in Piemonte. Qui tra colline e terrazzi vengono prodotti alcuni dei vini rossi più pregiati ed amati (come il Barolo, il Nebbiolo, il Barbera). Questi luoghi sono famosi per essere la terra d’origine di un altro, pregiatissimo, prodotto che ha reso la cucina italiana ancor più rinomata: il tartufo bianco. Tra i centri di maggiore interesse turistico spicca Monastero Bormida (Asti), comune di poco più di mille abitanti che ospita un maestoso castello medievale.

Negli ultimi anni, il turismo in Piemonte si è particolarmente sviluppato grazie all’interesse rinato intorno ai laghi, luoghi che permettono al viaggiatore di trascorrere delle vacanze tranquille, in pieno relax e a contatto con la natura. Gli specchi d’acqua presenti in regione sono 3: il lago di Viverone, nella parte meridionale della provincia di Biella, il lago d’Orta e il lago Maggiore, bacini situati tra la provincia di Novara e quella del Verbano-Cusio-Ossola.

 

Città principali: cosa vedere

Torino – Capitale del regno d’Italia dal 1861 al 1865, Torino è una delle città che compongono con Milano e Genova il cosiddetto “triangolo industriale”. La Mole Antonelliana è il simbolo della città e uno dei monumenti più noti del Bel Paese. Ubicata nel centro storico di Torino, deve il suo nome al progettista Alessandro Antonelli. All’interno dell’opera monumentale ha sede il Museo Nazionale del Cinema, uno dei centri di documentazione e cultura dedicati più visitati in Italia.

Il Palazzo Reale fu la più importante residenza sabauda regionale, il vero centro del potere e di governo del Regno. Si trova in Piazza Castello ed è stato dichiarato Patrimonio Mondiale dell’umanità dall’UNESCO. Altri edifici appartenenti alla dinastia sabauda dichiarati beni protetti sono la Palazzina di caccia di Stupinigi, alla periferia della città, e la Reggia di Venaria Reale.

Il Palazzo dell’Accademia delle Scienze è un complesso seicentesco sede dell’omonima Accademia. Al suo interno sono presenti il Museo Egizio, la raccolta di reperti archeologici provenienti dall’Egitto più importante al mondo dopo quella del Cairo, e la Galleria Sabauda, importante pinacoteca.

Palazzo Carignano è uno degli edifici che meglio rappresentano in Italia lo stile barocco. Patrimonio Mondiale UNESCO, è l’attuale sede del Museo Nazionale del Risorgimento Italiano.

Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja è un complesso localizzato in piazza Castello. Al suo interno è presente il Museo Civico d’Arte Antica. Anch’esso fa parte degli edifici inquadrati come bene protetto UNESCO.

Tra le architetture religiose spiccano il Duomo di San Giovanni Battista, unica chiesa cittadina realizzata in stile rinascimentale, la Chiesa della Gran Madre di Dio, una delle più importanti, e la Basilica di Superga, che domina la città dall’omonimo colle.

Novara – È una città con una forte presenza di opere monumentali religiose. Nel centro storico della città si trova la Basilica di San Gaudenzio, famosa per il suo campanile e la sua cupola molto particolari.

Il Duomo di Novara è realizzato in stile neoclassico e porta la firma dell’architetto Alessandro Antonelli. Ha subito un lungo processo di restauro conclusosi nel 2009. Di fronte al Duomo sorge il Battistero, che rappresenta l’edificio urbano più antico. A poca distanza dallo stesso vi è l’Arengo del Broletto, antico luogo di aggregazione.

Vercelli – Vercelli è una città famosa per le sue piazze medievali. La più caratteristica è Piazza Cavour, situata nel centro storico e tutta contornata da palazzi antichi e porticati. In città sono presenti due musei molto importanti: Il Museo Camillo Leone e il Museo Borgogna, la più importante pinacoteca piemontese dopo la Galleria Sabauda di Torino.

Molto importante dal punto di vista artistico anche la chiesa di San Cristoforo, che racchiude affreschi realizzati da Gaudenzio Ferrari.

 

Borghi antichi

In Piemonte sono presenti alcuni tra i borghi antichi più belli d’Europa, paesini incantati dove è piacevole trascorrere del tempo in totale tranquillità.

Tra i più pittoreschi segnaliamo Macugnaga (Verbano-Cusio-Ossola), ai piedi del Monte Rosa. Un centro abitato di poche centinaia di abitanti dove potersi rifugiare e lasciare alle spalle i frenetici ritmi della vita quotidiana.

Usseuax (Torino) è invece un villaggio alpino della Val Chisone. Oggi è abitato da circa 200 persone. Il comune comprende anche cinque microfrazioni dove la vita scorre lentamente, riportando il turista a ritmi ormai dimenticati.

 

Cosa mangiare

Riso, pasta fatta in casa e carne sono gli ingredienti primari di gran parte delle ricette della cucina piemontese.  Gli agnolotti sono un primo piatto gustoso e semplice da preparare. In brodo, al ragù, al tartufo o con un semplice condimento burro e salvia, sono una delle specialità più apprezzate.

Il riso è un altro indiscusso protagonista. Tipico prodotto delle aree del novarese e vercellese, viene cucinato in tantissimi modi. Uno di questi è la panissa, un piatto a base di risotto carnaroli condito con fagioli, lardo, cipolla e salame.

Tra i piatti a base di carne, molto amato è il brasato al barolo, un corposo stufato cucinato con spezie e vino rosso. Il fritto misto alla piemontese fa invece parte della tradizione culinaria povera. Veniva cucinato dai contadini nei giorni di festa e consiste in un misto di frattaglie di vari animali da macello (agnello, maiale e vitello) impanate e fritte.

 

Attività sportive

Uno degli sport più praticati è la canoa, soprattutto lungo il fiume Po. Trekking, walking e biking rimangono le attività primarie, esaltate dagli stupendi paesaggi che possono essere esplorati. All’interno di aree protette e parchi nazionali è molto diffuso il birdwatching.

 

Il Piemonte in primavera ed estate

La primavera è il periodo ideale per scoprire il territorio piemontese in bici. Decidete il vostro percorso: tra paesini fatati o tortuosi sentieri, il Piemonte è un bellissimo e grande itinerario naturale tutto da esplorare.

In estate è la regione ideale per fuggire dal caldo delle città, rifugiandosi tra le fresche e riposanti ombre dei boschi o facendosi accarezzare dalla brezza d’alta montagna.

 

Il Piemonte in autunno ed inverno

Durante l’autunno si può partecipare alla vendemmia o alla raccolta delle olive. Le aziende agricole aprono le loro porte e organizzano tour dedicati, percorsi di manodopera (dove il turista partecipa attivamente al lavoro collettivo) e corsi di degustazione. L’autunno è altresì stagione ottimale per visitare in tranquillità luoghi e città d’arte.

In inverno è tappa obbligata per tutti gli amanti dello sci. Le stazioni più rinomate sono Oropa, Macugnaga, Scopello, Sestriere e Prato Nevoso.

 

Info utili

Si arriva in Piemonte atterrando all’Aeroporto Internazionale di Torino-Caselle (turin-airport.com) e l’Aeroporto Internazionale di Cuneo-Levaldigi (aeroporto.cuneo.it).

In alternativa, la rete ferroviaria collega bene le principali città della regione con le altre dell’Italia settentrionale. Buona anche la rete autostradale, che consente di viaggiare in auto attraverso il territorio regionale in modo rapido.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale del turismo in Piemonte www.piemonteitalia.eu.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Trova Farmacie