viaggi > guide

 

GUIDA REGIONE TOSCANA

 

Informazioni generali

La Toscana è una delle regioni a più alta densità turistica d’Italia. In passato è stata la terra abitata dagli Etruschi. La regione è altresì conosciuta per il suo ricchissimo patrimonio storico e culturale nonché per essere il luogo nativo di alcuni dei personaggi che hanno dato maggiore lustro alla storia dell’arte e della scienza, come Dante Alighieri, Giotto, Michelangelo, Donatello, Leonardo da Vinci, Galileo Galilei.

Capoluogo di regione, città più importante e principale nodo economico, culturale e amministrativo è Firenze, a cui si affiancano le province di Siena, Livorno (sede della prestigiosa Accademia Navale), Lucca, Pisa, Grosseto, Pistoia, Massa, Prato e Arezzo.

 

Dove andare: mare e natura

La regione è una miscela perfettamente armonizzata di scenari naturali meravigliosi, punteggiati da borghi incantevoli che offrono al visitatore uno spettacolo davvero eccezionale.

La Val d’Orcia è uno dei tratti più belli della campagna toscana. Al confine con l’Umbria, è incastonata tra le province di Siena e Grosseto. Gli stupendi scenari verdi, uniti ai piccoli paesini disseminati su tutta l’area, la rendono una delle destinazioni turistiche predilette della regione.

La Maremma è una delle subregioni più conosciute nonché la pianura toscana più estesa. È compresa tra i territori del grossetano, del pisano e del livornese. È molto apprezzata dai turisti che amano i luoghi più selvaggi e meno antropizzati, territori ideali per effettuare lunghe e avventurose escursioni a cavallo.

Il promontorio dell’Argentario è composto da dolci rilievi collinari che si affacciano sul mare. In provincia di Grosseto, è ultimamente una delle mete più amate da chi vuole trascorrere le vacanze in Toscana.

Il monte Amiata è location perfetta per trekking, escursioni in quota, picnic e sci. Si estende tra le province di Grosseto e Siena ed è ricco di oliveti e vigneti da cui vengono prodotti oli e vini di altissima qualità, ben conosciuti e stimati da tutti i cultori della buona tavola.

La coste degli Etruschi e della Versilia sono le aree marittime più frequentate della regione, soprattutto le località di Castiglioncello, Forte dei Marmi, Viareggio, Pietrasanta e Marina di Cecina. A queste si aggiunge l’isola d’Elba, la terza più grande d’Italia ubicata dinanzi alla costa livornese.

 

Città principali: cosa vedere

Firenze – La città è considerata tra le più belle del mondo. Firenze fu culla del Rinascimento e centro primario di tutte le attività artistiche e culturali del tempo.

I monumenti di Firenze rappresentano uno dei “tesori” maggiori del patrimonio artistico globale, riconosciuti dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Piazza della Signoria è il punto cittadino ove la ricchezza artistica è particolarmente concentrata. Posizionata nel centro storico di Firenze, offre al visitatore capolavori quali Palazzo Vecchio (sede del Comune di Firenze), la Loggia della Signoria, il Tribunale della Mercanzia, la Fontana dei Lanzi e Palazzo Uguccioni. Nelle vicinanze è ubicato Ponte Vecchio, uno dei simboli della città.

A Piazza del Duomo hanno la propria dimora gli edifici religiosi più noti e importanti:  la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, duomo di Firenze e sede dell’arcidiocesi; il Campanile di Giotto, che si trova di fianco; il Palazzo dei Canonici, progettato per ospitare personale ecclesiastico. Nei dintorni della cattedrale si trovano il Museo dell’Opera del Duomo e Palazzo Strozzi.

Restando in tema di edifici religiosi fiorentini, degni di nota sono il Battistero di San Giovanni (di fronte al Duomo), la Cappella Pazzi, la Basilica di Santa Croce, la Basilica di San Miniato al Monte e la Basilica di Santa Maria Novella.

La città si distingue anche per i numerosi musei e sedi espositive culturali. Innanzitutto la Galleria degli Uffizi, uno dei più importanti al mondo, che ospita collezioni medicee e opere di Cimabue, Michelangelo, Giotto e Raffaello. Il complesso di Palazzo Pitti è invece sede di musei ed esposizioni di vario genere (metalli, mezzi di trasporto, arte, porcellane). La nostra visita si conclude con lo Spedale degli Innocenti, importante pinacoteca e centro di documentazione storica.

Siena – È la seconda destinazione turistica toscana per numero di visitatori. Il centro storico di Siena è di sicuro il maggiore richiamo urbano, con i suoi scorci e le sue vie davvero suggestivi, a cui si unisce il Palio, importante evento popolare che si svolge in Piazza del Campo due volte all’anno.

Piazza del Campo è anche il cuore della vita sociale della città, dove hanno sede alcune delle opere monumentali più belle. Qui sono infatti ubicati il Palazzo Comunale con la Torre del Mangia, la Fonte Gaia e la Cappella di Piazza.

La Cattedrale di Santa Maria dell’Assunta (il duomo di Siena) è l’edificio religioso più importante della città. È una delle chiese in stile gotico più belle d’Italia. Famose sono le logge, elementi architettonici decorativi di palazzi storici e religiosi. Le più rappresentative sono la Loggia della Mercanzia e la Loggia del Papa.

Pisa – Pisa è la città che insieme a Livorno e Collesalvetti forma il cosiddetto triangolo industriale toscano. È nota nel mondo per la torre pendente di Piazza del Duomo, ovvero il campanile della Cattedrale di Santa Maria dell’Assunta (il duomo di Pisa), l’opera monumentale cittadina più famosa e uno dei simboli della Toscana.

Nella stessa area, conosciuta anche come Piazza dei Miracoli (Patrimonio UNESCO), sono presenti il Battistero di San Giovanni e il Camposanto Monumentale. Altri edifici degni di nota sono Palazzo dell’Orologio e Palazzo della Carovana, sede della prestigiosa Scuola normale.

 

Borghi antichi

La Toscana è una delle regioni ove la presenza di centri abitati dalle connotazioni medievali è più forte. Poppi (Arezzo) è un tranquillo paesino arroccato su una verde collina. È famoso per il suo castello, appartenuto ai conti Guidi.

San Casciano dei Bagni (Siena) è un borgo abitato da circa 1.700 persone. È ricco di architetture religiose: tra i principali testimoni vi  sono l’Oratorio della Concezione e la Chiesa di Santa Maria ad Balnea.

San Gimignano, borgo in provincia di Siena che mostra senza contaminazioni generate da superfetazioni architettoniche di epoche successive l’assetto urbanistico di una città del XIII-XIV secolo. Per questa ragione è stato iscritto nella lista dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Monteriggioni, piccolo borgo fortificato di epoca medievale.

Pienza, il centro più noto della Val d’Orcia, il cui centro storico è stato dichiarato dall’UNESCO patrimonio dell’umanità.

 

Cosa mangiare

La cucina toscana tradizionale si fonda principalmente su piatti di carne. Il maiale e il cinghiale sono i principali protagonisti della tavola. Prosciutto nostrano, salame (anche di cinghiale), pancetta e capocollo (la coppa di maiale) vengono utilizzati per guarnire ricchi antipasti (insieme a formaggi, sottaceti e sottoli) o per farcire prodotti da forno, come la gustosa schiacciata.

La bistecca alla fiorentina è forse la specialità più conosciuta: consiste in un grosso taglio di vitellone da cuocersi alla griglia o alla brace. Gli amanti dei piatti contadini non disdegneranno un corposo piatto di trippa alla fiorentina o di lampedrotto (parti di stomaco di bovino). Nelle zone costiere sono invece diffuse (anche se in misura minore rispetto alla carne) le zuppe di pesce, come il cacciucco, un misto di circa tredici diverse specie ittiche.

Il tutto viene poi bagnato da vini apprezzati in tutto il mondo, quali il Brunello di Montalcino e il Chianti.

 

Attività sportive

La Toscana è tra le destinazioni preferite dai ciclisti di tutto il mondo. Vista la loro superba bellezza, i percorsi che si diramano lungo il territorio delle Crete Senesi sono molto piacevoli da attraversare e contemplare. Nelle campagne pisane vengono organizzate sessioni di trekking a cavallo o a piedi che attraversano anche centri abitati e fanno tappa a musei o a centri di storia contadina. Le limpidissime acque del mar Tirreno sono poi ideali per immersioni in profondità e snorkeling.

 

La Toscana in primavera ed estate

La primavera e l’estate sono le stagioni preferite per scoprire tutto quello che offre la regione. Vallate e aree rurali si affollano di turisti che qui cercano tranquillità e sollievo dalla frenetica vita quotidiana. Qui sono sorti negli anni numerosi agriturismi e biofattorie, soprattutto nella subregione della Garfagnana e nelle campagne intorno a Siena e Firenze. Le vacanze in agriturismo e country-house sono oggi la scelta preferita di una buona fetta di viaggiatori che decidono di effettuare un viaggio in Toscana. Chi sceglie il mare predilige la Versilia (con Forte dei Marmi come destinazione primaria), che con le sue aree balneari attrezzate e tecnologiche (sono dotate di connessione Wi-Fi e vari servizi accessori) è oggi una delle mete top.

 

La Toscana in autunno ed inverno

L’autunno e l’inverno sono i periodi adatti per vivere le città d’arte o tuffarsi nelle varie attività produttive agricole, come la ricerca di funghi, la raccolta delle olive e la produzione dell’olio, la vendemmia. Quest’ultima è oggi il pilastro di importanti progetti di turismo rurale che anno dopo anno attraggono sempre più turisti. In alternativa, gli amanti della neve potranno lanciarsi sulle piste da sci dell’Abetone o del Monte Amiata.

 

Info utili

Gli aeroporti della Toscana sono il nodo di collegamento regionale più importante. Gli scali principali sono due: l’aeroporto Galileo Galilei di Pisa (pisa-airport.com) e l’aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze (.aeroporto.firenze.it). Maggiori informazioni sul sito ufficiale del turismo in Toscana www.turismo.intoscana.it.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi