viaggi > guide

 

GUIDA REGIONE UMBRIA

 

Informazioni generali

L’Umbria è il cuore verde dell’Italia. Incastonata al centro del Bel Paese, è conosciuta per il suo dolce paesaggio rurale composto da splendidi altopiani, colline e distese. È una delle regioni più piccole nonché l’unica a non essere bagnata dal mare tra quelle dell’Italia centromeridionale. A livello amministrativo è divisa oggi in quattro procince che fanno capo a Perugia (città principale nonché capoluogo di regione), Terni, Foligno e Città di Castello.

 

Dove andare: natura

Parchi, foreste e campagne sono componenti naturali che hanno elevato questa terra a uno dei luoghi più belli d’Italia e del mondo. Le aree campestri che circondano i vari comuni sono tutte degne di visita. Le campagne eugubina, assisana e orvietana in particolare sono famose per essere inserite nel tracciato enogastronomico nazionale conosciuto come “Strada dell’olio”.

Compresi tra la provincia di Perugia e le Marche, i Monti Sibillini sono un massiccio costituito in prevalenza da roccia calcarea. Abbracciano caratteristici paesini, come Norcia, località in provincia di Perugia famosa per le sue specialità alimentari. Sono meta primaria per tutti gli appassionati di animali e praticanti di birdwatching.

Dai Monti Sibillini nasce la Valnerina, zona montuosa che si estende sino al territorio ternano. Scheggino, Ferentillo, Cascia e Spoleto i centri principali. Tutta l’area circostante è molto apprezzata per effettuare escursioni a piedi, a cavallo o in canoa/kayak (lungo il fiume Nera).

Alla fine della Valnerina, a pochi chilometri da Terni, si trova la Cascata delle Marmore. A flusso idrico controllato, è alimentata dal fiume Velino. È tra le più alte d’Europa.

Il Trasimeno è il quarto lago più esteso d’Italia nonché una delle maggiori attrazioni turistiche della regione. È conosciuto anche come lago di Perugia (il nome deriva dalla zona in cui è compreso). Le sue acque bagnano tre isolette: la Polvese, la Maggiore e la Minore.

 

Città principali: cosa vedere

Perugia – Perugia è una città con un fiorente patrimonio storico-culturale. È sede di importanti atenei: l’Università degli Studi, fondata nel 1308, e l’Università per Stranieri, il maggiore polo culturale della Nazione rivolto al popolo studentesco estero.

Uno dei principali monumenti di Perugia è la Fontana Maggiore. Conosciuta anche come Fontana di Piazza, è sita in Piazza IV Novembre. È alimentata dalle sorgenti del monte Pacciano. Nella stessa piazza è ubicato Palazzo dei Priori, sede del Comune, del Collegio del Cambio e della Galleria Nazionale dell’Umbria, un museo che racchiude alcune tra le opere d’arte più rilevanti dal XIII al XIX secolo.

A Piazza Matteotti è localizzato il Palazzo del Capitano del Popolo (o Palazzo dell’Università vecchia), una delle più grandi testimonianze dell’arte rinascimentale italiana.

Tra le opere monumentali religiose più illustri spiccano la Cattedrale di San Lorenzo, ovvero il Duomo di Perugia, e la Basilica di San Pietro, una delle prime sedi vescovili.

Il forte carattere storico della città è rappresentato maggiormente dalle cinte murarie risalenti al periodo etrusco: innanzitutto l’Arco di Augusto, l’ingresso al centro storico nonché la parte muraria più famosa, poi Porta Marzia, tra le meglio conservate, e Porta Trasimena, citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia.

Assisi – Assisi è uno dei centri di pellegrinaggio più importanti del mondo. È la città dove nacquero san Francesco, patrono d’Italia, e santa Chiara. Le principali opere monumentali sono tutte di derivazione religiosa. La Basilica di San Francesco è di sicuro la più importante. Patrimonio Mondiale dell’Umanità, è divisa in due parti conosciute rispettivamente come basilica superiore e basilica inferiore (ove è ubicata la tomba del Santo).

La Basilica di Santa Chiara è la seconda opera monumentale più importante della città. Custodisce le spoglie della santa insieme al Crocifisso di san Damiano.

L’Eremo delle Carceri è invece il luogo di preghiera del santo e dei suoi seguaci: si trova a circa 4 chilometri dal centro cittadino. Altro luogo molto caro a Francesco era la Porziuncola, una piccola cappella presente all’interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli.

La cattedrale di San Rufino rappresenta il duomo cittadino. Si trova nell’omonima piazza e contiene al suo interno ben dieci altari intervallati da diverse statue.

Gubbio – Gubbio è senza dubbio una delle mete privilegiate da chi decida di trascorrere le proprie vacanze in Umbria. Diversi gli edifici da visitare. Innanzitutto Palazzo dei Consoli, una delle costruzioni più maestose d’Italia. Si trova in una splendida piazza, dalla quale domina tutta la vallata. All’interno è presente il Museo Civico, ove sono conservate sette lastre bronzee note come Tavole Eugubine.

La Basilica dei Santi Mariano e Giacomo è l’opera monumentale religiosa più importante: è il duomo cittadino nonché sede della diocesi. Altri luoghi di interesse sono il Teatro Romano e le Chiese di San Francesco e di San Giovanni.

Il 15 maggio di ogni anno si svolge qui la Festa dei Ceri, evento dedicato al patrono Sant’Ubaldo Baldassini. È una manifestazione di grande richiamo nazionale. Il programma è molto intenso: si comincia alle 5.30 del mattino con la sveglia alla popolazione e si finisce alle 18 con la Corsa dei Tre Ceri che vengono portati a spalla a gran velocità per le vie cittadine.

 

Borghi antichi

Paesini e borghi antichi dell’Umbria sono famosi in tutto il mondo per bellezza e fascino. Spello (Perugia) è tra più caratteristici: qui, nel mese di giugno, si svolge la tradizionale Infiorata.

Castiglione del Lago (Perugia) è arroccato su un promontorio che domina il lago Trasimeno. Deve il suo nome alla fortezza cittadina: il Castello del Leone.

Bevagna (Perugia) è un paese vicino a Gubbio. Era molto apprezzato in tempi antichi per le pregiate produzioni e lavorazioni tessili. I suoi scorci e le sue vie davvero caratteristici sono spesso usati come set cinematografico.

 

Cosa mangiare

La cucina umbra tradizionale è molto semplice e non è stata influenzata dalle regioni vicine. La carne di suino lavorata e stagionata dà vita a pregiati salumi di grande fama, come il salame di Norcia, immancabile componente (insieme ai formaggi) di ogni antipasto. La panzanella è invece un piatto povero, consumato dai contadini come merenda energizzante. Consiste in pane raffermo condito con pomodori, cipolle, basilico e olio d’oliva.

Tra i primi piatti, molto in voga sono gli strozzapreti, pasta fatta in casa che può essere condita con ragù d’oca, salsa di pomodoro o tartufo.

La carne trova la sua massima espressione gastronomica in secondi piatti molto gustosi, come la porchetta, la frittura di coratella d’agnello e il delizioso fagiano in umido.

 

Attività sportive

Il territorio si presta bene per praticare mountain-bike, kayak, torrentismo. La miriade di sentieri presenti consente infatti di affrontare ogni livello di difficoltà ciclistica oltre che ammirare un meraviglioso panorama. I corsi d’acqua (il fiume Nera innanzitutto) sono ritrovo di appassionati di sport acquatici provenienti da ogni parte d’Italia.

 

L’Umbria in primavera ed estate

In questi periodi, la regione è destinazione “obbligata” per tutti gli amanti del verde e del turismo rurale. È l’agriturismo la forma vacanziera più apprezzata. Le diverse strutture ricettive presenti offrono al viaggiatore la possibilità di escursioni guidate e di partecipare attivamente alla vita di fattoria.

 

L’Umbria in autunno ed inverno

Le stagioni più fredde sono ideali per godersi il patrimonio artistico-culturale e i vari eventi di ogni tipo che popolano questi luoghi. Nel mese di ottobre la città di Perugia ospita “Eurochocolate”, la festa più nota dedicata a questo gustoso alimento.

Gli irriducibili della neve possono saggiare le piste da sci di Forca Canapine e Pian delle Macinare.

 

Info utili

L’Umbria è servita dall’aeroporto internazionale di Perugia-Sant’Egidio (airport.umbria.it). Maggiori informazioni su regioneumbria.eu.

My892000
LA MIA AGENDA
LA MIA RUBRICA
LE MIE NOTE
LE MIE RICERCHE
chiudi
Trova Ristoranti